La Salernitana non va oltre lo 0-0 a Vercelli ma, in virtù dei risultati di Entella e Carpi (sconfitte rispettivamente da Spezia e Cittadella), si avvicina di un ulteriore punto all’ottavo posto che ora dista solamente una lunghezza.

Se sembrava che la sconfitta contro la Ternana potesse aver pregiudicato il cammino della Salernitana verso i playoff, riesumando dalle tenebre gli spettri della zona retrocessione, con gli ultimi due risultati (rocambolesca vittoria in casa contro il Latina per 2-1 e il pareggio odierno in casa della Pro Vercelli) i ragazzi di Bollini si sono decisamente rimessi in carreggiata portandosi ad un solo punto dall’ottavo posto, complici anche i risultati negativi raccolti dal Carpi e dall’Entella, rispettivamente battute da Cittadella e Spezia. Martedì all’Arechi arriva il Bari, che sta attraversando il peggior periodo della stagione e che potrebbe essere la vittima ideale per poter consentire ai cugini campani il salto di qualità che li proietterebbe tra le prime otto della classe. Il mantra, però, è sempre quello di volare basso e predisporsi alle fatiche step by step.

L’inizio di partita coincide con le iniziative reiterate degli ospiti di passare in vantaggio e di impedire a Provedel, estremo difensore avversario, di raggiungere al minuto 22 il record di imbattibilità stagionale detenuto da Gomis. Il primo ad impensierire i padroni di casa è Donnarumma che, però, trovatosi nell’area avversaria non riesce a concludere al meglio. Prova a rispondere Comi, ma il suo tiro è troppo alto per dare problemi al numero 27 granata. Al 19′ Ronaldo, dopo uno scambio con Coda (come al solito tra i migliori in campo per spirito di sacrificio e lavoro per la squadra), scarica un destro che finisce sul fondo. Al 31′ è proprio l’attaccante metelliano a tentare la conclusione che sfiora il palo e si spegne alle spalle del portiere. Otto minuti più tardi Emanuello impegna Gomis con un tiro da fuori, sapientemente deviato. La Salernitana si spegne un po’ nel finale, ma viene comunque annullato un gol a Minala per fuorigioco. Allo scadere la stessa sorte tocca a Comi che aveva insaccato con un pregevole colpo di testa.

In foto Provedel, che dal minuto 22 detiene il record di imbattibilità di questa stagione di serie B, strappandola al suo avversario odierno, Gomis.

Nella ripresa degne di nota l’occasione di Coda all’8′ che, dopo aver tenuto bene palla in area, prova qualcosa a metà tra un tiro e un assist per un compagno al centro dell’area, trovando solo la respinta di Provedel, e un’occasione per Aramu che, in maniera speculare a quanto fatto da Emanuello nel primo tempo, prova ad impensierire il portiere granata con un tiro rasoterra che viene, però, deviato. Ci prova anche l’ex Sprocati che non va oltre un tiro sul filo del palo. Per il resto qualche sporadica occasione, come il tiro di Zito su scarico di Coda al 10′ e un colpo di testa di Comi sventato dal numero 28 ex Avellino e Benevento.

Fonte immagini:lapresse.it

Vincenzo Marotta