Risulta già aperta al pubblico la mostra gratuita Pinocchio nel cuore di Napoli, visitabile fino al 30 giugno 2017 presso il Complesso Monumentale della SS. Annunziata.

La Sala delle Colonne ospita il fulcro della mostra: le opere di Riccardo Dalisi e Aldo Capasso, architetti ed appassionati artisti che hanno deciso di tradurre in opere la beffata, fanciullesca ingenuità di un personaggio immortale. Dalisi espone i Totocchi, sculture composte di ferro e rame, ed espressione del suo amore per Pinocchio e per Totò. Il nome di quest’ultimo, infatti, è celebre soprattutto per aver dato vita, nel 1991, ad una bizzarra scultura dalle molteplici versioni, la caffettiera Totocchio. Pluripremiato con i Compassi d’Oro, Dalisi ha inoltre voluto omaggiare l’ex-ospedale della SS. Annunziata di Napoli con cinque Totocchi musicanti, realizzati nel 2010, che saranno conservati nel “Museo- Laboratorio dei bambini”.

mostra Pinocchio Napoli

Il percorso artistico della mostra è organizzato e gestito dall’Associazione “Semi di laboratorio”, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli. La curatrice della mostra, Anna Maria Laville, ha sottolineato la centralità del romanzo di Collodi nella cultura occidentale, dichiarando che l’opera Le avventure di Pinocchio non si può semplificare con le avventure di un giovane che impara dai propri errori, ma è un romanzo dove il protagonista, attraverso i suoi fallimenti, cerca proprio se stesso. È favola, avventura, è ironia e poesia assieme. Se da bambini è stato il primo incontro con l’invenzione epica, da adulti possiamo riconoscervi la nostra quotidiana vicenda, la gioia e la fatica di crescere” (Ansa). Un romanzo di formazione, dunque, a cui la città di Napoli ha voluto dare un vivace ed entusiastico omaggio, al fine di riunire la curiosità e gli interessi di adulti e bambini.

mostra Pinocchio Napoli

Altro grande artista coinvolto nella mostra è Aldo Capasso, che nel 1986, su incarico del Comune di Ischia, allestì un giardino pubblico con sculture raffiguranti il celebre burattino di Collodi, e da tale ispirazione nacque la passione da cui oggi discendono  i collage-assemblaggi della sua serie intitolata “Intorno a Pinocchio”. La storia di Pinocchio ha emozionato intere generazioni ed ha ispirato meravigliosi prodotti cinematografici, teatrali, televisivi, artistici, sicché si è formalizzata in una marionetta de facto, uno stereotipo da cui la mostra di Napoli intende distaccarsi, cercando – attraverso un gioco di montaggi e smontaggi tra sculture e disegni – di ‘cantare’ questo indimenticabile personaggio, attraverso un approccio lontano dai cliché.

Pinocchio, la cui storia può vantare il più alto numero di traduzioni dopo la Bibbia, ha ispirato fin da subito la realizzazione di rappresentazioni grafiche, cosicché nella mostra si è cercato di dar rilievo a tale aspetto per mezzo di un’intera area (al secondo piano dell’edificio) dedicata alle tavole di insigni illustratori, attivi dai primordi del secolo scorso fino ad oggi. Parliamo di Carlo Chiostri, Attilio Mussino, Luigi e Maria Augusta Cavalieri, Vsevolod Nicouline, Benito Jacovitti, Lorenzo Mattotti, Roberto Innocenti, Emanuele Luzzati, Andrea Rauch e Guido Scarabottolo.

mostra Pinocchio Napoli

La mostra – che intende inoltre valorizzare il vasto complesso monumentale edificato nel XIV secolo come centro per la cura dell’infanzia (qui ha sede la celebre ruota degli esposti), e costituito originariamente anche da un ospedale – sarà animata da laboratori per bambini e da incontri e letture con diversi autori.

Segnaliamo quello di venerdì 28 aprile, a cura del Docente di Letteratura italiana dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Giancarlo Alfano, dal titolo “Pinocchio Eroe dei tre mondi”. Ad esso faranno seguito, venerdì 12 e 19 maggio, rispettivamente “Pinocchio, la censura e i bambini maleducati ” a cura dello scrittore Maurizio Braucci e “Pinocchio, un’odissea senza abbecedario” di Cesare Moreno, Presidente di Maestri di strada. Tutti gli incontri di approfondimento avranno inizio alle ore 16.30.

mostra Pinocchio Napoli

La mostra è, invece, visitabile gratuitamente dal lunedì al sabato, dalle 9,30 alle 18,30. Le visite guidate sono attive dal lunedì al venerdì, alle ore 10.30/12.00/14.30/16.30.

Paola Guadagno