Grandi aspettative sul ritorno al San Carlo di una delle opere più amate dal pubblico napoletano e non solo. Franz Ozpetek cura, difatti, la regia de “La Traviata” con cui aveva inaugurato la stagione al Teatro San Carlo nel 2012.

Con ben otto repliche, dal 23 aprile al 5 maggio, è già stato registrato il sold out, al punto da spingere la dirigenza ad aprire le porte del teatro anche stasera per la prova generale. Ispirandosi a “La Dame aux camélias “di Alexander Dumas (figlio), Giuseppe Verdi costruisce un cavallo di battaglia della lirica italiana su libretto di Francesco Maria Piave che, dopo la prima al Teatro La Fenice di Venezia nel 1853, ove l’opera fu al centro di animosi dibattiti giungendo addirittura ad esser fischiata, dall’anno successivo ha sempre registrato trionfi.

La contrastata storia d’amore tra Violetta Valéry (interpretata tra le altre da Maria Callas) e Alfredo Germont rivive grazie a Ozpetek in una veste che, seppur fedele alla trattazione originaria, non manca di elementi innovativi. L’ambientazione è quella della Parigi del 1910, invece che nel 1847, caratterizzata da un forte simbolismo orientaleggiante, che traspare grazie alle scenografie del tre volte premio Oscar Dante Ferretti, e ai costumi di Alessandro Lai. Una grande attenzione è poi rivolta alla caratterizzazione psicologica dei personaggi e delle loro interazioni, la musica ne sottolinea  il pathos ma anche la passionalità: Violetta accetterà di lasciar andare Alfredo, dopo l’intervento del padre di lui, senza che questi riesca a rassegnarsi. La riconciliazione tra i due, quanto mai tardiva, avverrà  infatti solo quando la donna è ormai sul letto di morte.

Nei panni di Violetta troveremo Mariangela Sicilia (23 aprile, 29 aprile – ore 20 – e 4 maggio), Maria Grazia Schiavo (26 aprile, 29 aprile – ore 16 – 3 e 5 maggio) e Maria Mudryak (30 aprile); in quelli di Alfredo, invece, Giorgio Berrugi (23 aprile, 29 aprile – ore 20 – 3 e 5 maggio) e Matteo Falcier (29 aprile – ore 16, 30 aprile, 4 maggio). La Direzione è affidata a  Renato Palumbo, e solo per la replica del 29 aprile alle 16.00 a Maurizio Agostini.

Per maggiori info e approfondimenti si rimanda alla pagina ufficiale del San Carlo.

Alessandra Sasso