Almeno un girone fa, a referto, si firmava un sonoro 59-42 sul campo a Fuorigrotta. A Sant’Antimo, invece, avreste vissuto un qualche tipo di dejavu non convenzionale, evidentemente solo per la forma del risultato.

Finisce 57-40, infatti, il tanto atteso match tra Sorriso Azzurro e Lokomotiv Flegrea. Un incontro che non ha di certo mai visto mancare dosi di agonismo e follia sia in campo che fuori, e che soprattutto per Sant’Antimo vuol dire tanto. Dopo aver messo due punti tra sé e i diretti rivali, e forti di aver giocato anche una partita in meno, a coach Maggio e ai suoi non restava che pareggiare almeno la differenza canestri.

Un parametro questo che, grazie alla tripla di Puca scoccata negli ultimi secondi (che ha portato il +17 a Sant’Antimo), in caso di arrivo a pari punti non sarebbe affatto determinante. Al momento, però, con ancora 6 partite da giocare, la differenza canestri totale (sul conto, cioè, dell’intero campionato) favorirebbe Sant’Antimo.

Ancora presto per cantar vittoria, anche se quattordici vittorie di fila fanno un po’ gola a chiunque pratichi questo sport.

Nulla di estremamente conforme alle norme cestistiche, o quasi, ciò che è avvenuto nel primo e nel secondo quarto. Un confronto che sulla carta avrebbe premiato il quintetto flegreo, e che però terrà gli ospiti in vantaggio di un solo punto alla fine dell’intervallo lungo.

In campo i due quintetti con RenellaCapasso P.ScoccoD’AgostinoRinaldi per Sant’Antimo e Di FranciaCipollaroSalernoConteImparato per la Lokomotiv. (assente Ariante). Parte subito bene la squadra padrone di casa, che si ritrova in vantaggio 8-2 grazie alla bomba di Capasso in apertura e alla stoppata di Scocco nelle retrovie difensive. I flegrei ritrovano il bandolo della matassa e, forti del supporto di una gruppo ultras davvero notevole, tornano in gioco dalla lunga distanza con Imparato.

Al primo break guida Sant’Antimo in vantaggio per 11-9, che tenta di allungare con palla rubata e trasformata in due punti in layup da Capasso. Tanta intensità nei minuti successivi, errori e spazio alle difese, che si rifugiano soprattutto nei falli. A meno di 5′ dalla fine del secondo quarto i due punti di Salerno prima, e la tripla di Scocco stampata in faccia alla tabella poi, romperanno il ghiaccio e daranno verve alle ultime stoccate prima della pausa. Il pallone gira e a 1.17 dal fischio è ancora Scocco che va a segno da 3 correggendo il precedente errore di Renella.

Decisamente più in palla il terzo quarto, e il rischio per gli ospiti di iniziare a imporre il proprio gioco e prendere il largo si fa palese quando i 3 punti di Imparato mandano il punteggio sul 23-27. Nulla di fatto, al contrario, grazie all’impegno sotto canestro profuso da capitan D’Agostino, che riporta sul +1 i suoi. Un segnale di ripresa ben percepito dal resto della squadra, che però sciuperà almeno metà delle sue occasioni dalla lunetta per aumentare il gap.

Inizia il quarto quarto sul 37-31 e per Sant’Antimo si fa dura; ed è proprio quando il distacco viene rimontato che i flegrei devono rinunciare a Salerno dopo il secondo fallo tecnico  e vedersi costretti a subire l’arrembaggio avversario. A 4′ dal fischio finale, i Santantimesi macinano punti con Capasso e Puca, che forza spesso il tiro e finisce altrettanto spesso in lunetta.

Il resto, il +14 che a pochi secondi si trasforma in +17 e lo spettacolo offerto da un pubblico di casa e ospite degno delle grandi occasioni. Una vittoria “emblema di ciò che è diventato questo gruppo” e “vinta totalmente di squadra”, a detta di coach Paolo Maggio. “Oggi i ragazzi  che di solito prendono le redini dell’attacco in mano non hanno brillato ma non si sono demoralizzati e si sono messi al servizio della squadra. Fattore determinante stasera è stato il pubblico che ci ha sostenuto fino all’ultimo secondo, semplicemente grandiosi. Era dai tempi della serie B che non vedevo il palazzetto gremito”.

22 aprile, ore 19.30:
11-9; 10-13; 16-9; 20-9
1o arbitro: Morra G.
2o arbitro: Ciano A.

SORRISO AZZURRO SANT’ANTIMO:  Scocco F. 14, Capasso P. 13, Puca R. 12, Rinaldi E. 9, D’Agostino 7, Renella 2, Di Domenico G., Quaranta C., Pedata D., Capasso G., Liguori N.. All.re: Maggio P.

LOKOMOTIV FLEGREA: Imparato L. 10, Salerno V. 6, Di Francia S. 6, Cipollaro L. 5, Del Gais A. 5, Alfè A. 4, Conte F. 3, Seta L. 1, All.re Nigriello A. 

(La precedente uscita casalinga contro Capua, qui)

 

Nicola Puca

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here