Prosegue la marcia del Napoli alla conquista del secondo posto non più impossibile dopo i problemi in casa Roma. Contro il Cagliari i “piccolini” del Napoli hanno fatto faville.

Doveva arrivare assolutamente la vittoria contro il Cagliari ed il primo mattone, il Napoli di Sarri, lo posa dopo appena due minuti di gioco: cross dalla sinistra di Ghoulam, Mertens si insinua nella difesa e segna un goal di rapina.

Dopo l’immediato vantaggio, il Napoli sembra avere la strada spianata verso una vittoria tranquilla, ed infatti domina per tutta la prima frazione di gioco creando tantissime occasioni da goal. Purtroppo la solita mancanza di precisione sotto porta conduce le squadre negli spogliatoi con uno striminzito goal di vantaggio. All’uscita, Sarri era certamente soddisfatto per il vantaggio, ma non di certo per la continua difficoltà dei suoi nel chiudere le partite.

Il tecnico ed i tifosi si sono accontentati dopo quattro minuti dall’inizio della ripresa. Ghoulam, ancora lui, pesca Mertens che con un preciso tiro di destro beffa difesa e portiere avversari e, da quel momento, diventa davvero tutto molto più facile per gli azzurri che gestiscono bene il risultato. Al 67′ Albiol coglie la traversa con un ottimo stacco di testa su calcio d’angolo battuto da Callejon, ma è il preludio al terzo goal: Insigne con il suo solito destro segna il 3-0.

Gli azzurri dopo uno dei goal

Allo scadere la classica, solita, dormita della difesa azzurra che si lascia trafiggere da Farias, facendo imbestialire Reina che voleva evitare il goal.

Questa partita segnala, oltre alla vittoria, la doppietta di Mertens che adesso è vicino al primo posto in classifica cannonieri, l’avvicinamento del Napoli al record di goal della scorsa stagione con buone probabilità di superarlo.

LE PAGELLE

Reina 6. Arrabbiato perché prende un goal evitabilissimo. Anche questa, giornata di riposo per lui.

Ghoulam 6,5. Molto bene. In controtendenza rispetto alle recenti deludentissime prestazioni. Partono da lui gli assist per i primi due goal.

Albiol 6,5. Sicurezza assoluta per il reparto, è quello che fornisce le migliori garanzie. Sfiora il goal con un bel colpo di testa con cui colpisce la traversa.

Chiriches 6. Buona prestazione. Non ci si può aspettare molto di più da uno di quelli che gioca davvero poco.

Hysaj 6,5. Ottima prestazione. Attento nelle poche sortite offensive del Cagliari. Spinge poco in una partita in cui poteva osare di più, ma non è nel suo DNA.

Jorginho 6. Ampi spazi ben sfruttati dal centrocampista che poteva fare comunque qualcosa in più.

Zielinski 6. Il debole centrocampo del Cagliari non fa sfigurare il polacco che, comunque, non sembra in splendida forma.

Hamsik 6,5. Ottima partita la sua. Il centrocampo del Cagliari lo soffre in maniera particolare quest’oggi.

Insigne 7. Con il suo goal chiude il discorso su una partita in cui si è mostrato come sempre vivacissimo ed ispiratissimo. Il rinnovo lo ha caricato in maniera decisiva.

Mertens 7,5. Doppietta per il funambolico piccoletto che quest’anno ha stupito tutti. La società, l’allenatore e i tifosi sognano il rinnovo dell’asso belga.

Callejon 7. È il completamento del magico trio d’attacco. Infaticabile, va a recuperare un mare di palloni anche fino a 30 metri dalla sua zona di competenza.

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteAlepponica: da Guernica ad Aleppo
Articolo successivoLo sciopero della fame dei palestinesi: la solidarietà in Campania

Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli.
Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale.
Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).