“Prima sogno i miei dipinti, poi dipingo i miei sogni.”

Dopo aver fatto tappa in 94 città del mondo, tra cui grandi centri italiani come Torino e Roma, Van Gogh Alive – The Experience sceglie Bologna come nuova sede e si trattiene nel capoluogo emiliano fino al 30 luglio 2017 dall’inaugurazione avvenuta il 4 maggio.

Great Exhibitions e Ninetynine, con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali, sono lieti di presentare ancora una volta la mostra dedita al noto ed inquieto pittore olandese, Vincent Van Gogh, che spianò la strada ad una nuova arte dal tocco moderno ma dal retrogusto di esistenziale amarezza.

Più di 3000 scatti per 850 opere proiettate su pareti, colonne, soffitto e pavimento dell’ex Chiesa di San Mattia, in via Sant’Isaia 14A. Antico e moderno, sacro e profano, luci e ombre: Van Gogh Alive rompe gli schemi e si insinua tra archi e navate grazie alla tecnologia di SENSORY4™. L’alta definizione di oltre 50 schermi incontra una grafica multi canale e un suggestivo suono surround per un effetto multi screen che accoglie, abbraccia e spiazza.

Con incedere deciso, sulle note di grandi compositori come Vivaldi, Bach e Schubert, si rivelano i retroscena di una vita irrequieta e tragicamente conclusa. Il primo incontro è con la realistica riproduzione della Camera di Vincent ad Arles: colori accesi come le dure pennellate di un olio su tela, oggetti ben disposti e la prospettiva di un ospite inaspettato. Il percorso continua tra le didascalie delle opere più celebri: si introducono dunque tele come il Ramo di mandorlo in fiore, l’Iris, la Notte stella sul Rodano e i vari Autoritratti; ma lo spettacolo ha inizio solo una volta svoltato l’angolo.

Van Gogh Alive – The Experience si presenta come viaggio multimediale, di 45 minuti, che ricordi e rievochi le opere che, realizzate nel decennio 1880-1890, hanno consegnato alla storia la gloria di Vincent. Un viaggio che accompagna i suoi spostamenti: l’Olanda, Parigi, Arles, Saint-Remy e Auvers-Sur-Oise magistralmente filtrate dagli occhi sensibili di un artista, divenute poi capolavori e vivificate oggi da una tecnologia che vince la logica dello spazio e del tempo.

 “Celeste è questa corrispondenza d’amorosi sensi”

Imperdibile.

La mostra aperta tutti giorni presenta i seguenti orari:

Dal Lunedì al Giovedì 10.00 – 20.00
Venerdì e Sabato 10.00 – 23.00
Domenica 10.00 – 21.00

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale dell’evento.

Pamela Valerio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here