Il castello medievale di Casertavecchia da qualche settimana è stato riaperto al pubblico, ed ora i visitatori hanno la possibilità di visitare uno dei luoghi più importanti della parte antica di Caserta.

Arroccato tra le montagne casertane, il castello fu costruito probabilmente nell’861 dai Longobardi che in quel periodo si erano insidiati nell’area casertana. Grazie alla sua posizione collinare, da esso è possibile ammirare il panorama della città e delle zone limitrofe.  Nel 1972 il Gruppo di Giovani di Volontari della Protezione Civile mise in atto un campo di lavoro che riportò alla luce l’attuale perimetro della fortezza. Per anni è stato visibile al pubblico ed ha rappresentato, insieme alla cattedrale, una delle principali attrattive di Caserta Vecchia.

Negli ultimi anni il castello era stato chiuso al pubblico, e verteva in uno stato di degrado.

A partire dallo scorso 1 maggio, grazie a straordinarie aperture domenicali, i turisti possono visitare la fortezza medievale. Il maschio di Casertavecchia è stato riaperto grazie all’operato di un gruppo di giovani volontari che hanno lavorato in collaborazione con le autorità locali.

In occasione delle riaperture domenicali sono stati organizzati degli eventi per attirare il maggior numero di presenze possibili.  Sono stati riprodotti fedelmente i giochi medievali con materiale di riciclo, mentre gli abiti realizzati per la riproduzione degli stessi giochi sono stati confezionati con attenta cura e ricerca storica da Patrizia Iovine, responsabile delle attività medievali.

Un primo bilancio delle aperture straordinarie delle scorse settimane sembra essere più che soddisfacente. L’elevato numero di presenze lascia ben sperare e spinge a procrastinare l’iniziativa promossa dai giovani volontari. Per la riapertura definitiva c’è ancora molto da lavorare, ma la sinergia tra le associazioni e le autorità lascia ben sperare. Per il momento sono già stati fatti grandi passi in avanti per Caserta Vecchia ed i suoi luoghi storici.

Nelle prossime domeniche il maschio sarà ancora visitabile, un’occasione da non perdere per tutti gli appassionati  del mondo medievale.

Mariavictoria Stella

CONDIVIDI
Articolo precedenteReport: dalle periferie al complicato caso Alitalia
Articolo successivo‘Sull’esempio di..’, Casal di Principe ricorda Giovanni Falcone
Mariavictoria Stella, per gli amici Vittoria, nasce a Castellammare di Stabia nel dicembre del 1994. Laureanda in lettere moderne con una grande passione per la letteratura. Fin da ragazzina aspira a diventare giornalista o insegnante per poter trasmettere la bellezza delle humanae litterae. Solare e dinamica, ama viaggiare in giro per il mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here