Napoli. Nasce “ Atlante della Conoscenza ” piattaforma interattiva per conoscere le bellezza della Campania.

L’ “ Atlante della Conoscenza ” è un geoportale interattivo navigabile, multipiattaforma e multi device che consente al curioso visitatore, dietro allo schermo del proprio computer,  di accedere  alla conoscenza scientifica attraverso ricerche semantiche. Basterà inserire una parola e verranno riprodotti tutti i risultati. Digitando, ad esempio, il nome di una città usciranno tutti i luoghi, le opere d’arte ed eventuali siti archeologici che vi sono presenti.

È un vero e proprio database di informazioni  puntuali su tutti i siti archeologici, opere e luoghi d’arte e cultura, belli da togliere in fiato, presenti sul territorio della Campania, con relative foto. Si tratta di un corpus organico di informazioni “open data” che consente all’utente di accedere alla conoscenza di tali bellezze, con la possibilità di seguire gli itinerari personalizzati basati su esperienze individuali o di gruppo che sono appositamente suggeriti.

Il portale “ Atlante della Conoscenza ” è stato realizzato in partnership  da Innovaway, nell’ambito del progetto di ricerca SNECS, e il DATABENC, Distretto ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali, presieduto da Angelo Chianese.  Il lavoro è stato svolto in collaborazione con il il Consorzio Costa Campi Flegrei, il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Napoli Federico II, il Dipartimento di Scienze del Patrimonio e il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Fisciano Unisa. Il progetto ha come obbiettivo non solo quello di consentire agli utenti di avere una conoscenza dettagliata, ma anche quello di procedere alla diffusione della cultura, responsabilizzando gli stessi.

“Siamo orgogliosi di aver partecipato a questo progetto nel quale cultura e innovazione camminano a braccetto per la valorizzazione del territorio –  ha dichiarato il Antonio Giacomini, CEO di Innovaway  – L’Atlante della Conoscenza consente al visitatore di accedere alle informazioni, certificate da esperti, relative al patrimonio culturale del nostro territorio, aspetto a cui Innovaway è particolarmente attenta. Siamo un’azienda a forte vocazione internazionale e al contempo legata al territorio”.

La strategia di valorizzazione del territorio si spiega alla luce del fatto che la Regione Campania vanta da sola uno dei più vasti ed inestimabili patrimoni culturali al mondo, comprendendo cinque siti dichiarati dall’ UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità e molti altri, non adeguatamente promossi ma dal grande valore storico – artistico.

Secondo quanto dichiarato da il presidente del Distretto Databenc, Angelo Chianese: “Il progetto intende mettere a punto un modello organizzativo dei contenuti della conoscenza scientifica in ambito artistico, archeologico, letterario e storico. La conoscenza così organizzata potrà essere raccolta e trasmessa sperimentando nuove tecnologie e strategie per la sua diffusione e promozione, basate su metodologie innovative in linea con le sfide collegate ai temi delle Smart Cities e Smart Environment, che la Comunità Europea chiede di raccogliere”.

Maria Luisa Allocca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here