Ormai le nuove generazioni sono troppo condizionate da ciò che capita nel mondo, arrivando a mutare modi di pensare e di agire. Così si rende necessaria una rivoluzione, in “rete” e con gli altri.

Si è deciso di iniziare dalla scuola, con il convegno Dentro e fuori la scuola” che si terrà giovedì 18 maggio alle ore 17;30 alla Sala Consiliare in piazza Dante (II municipalità). Con il convegno si tenterà di mettere in atto il concetto di essere in rete, cioè partecipazione attiva di qualsiasi attore sociale, cosicché siano possibili varie azioni sinergiche tra i vari personaggi del processo formativo, ancor meglio se operanti anche sul territorio.

Convegno dentro e fuori la scuola
Convegno “Dentro e fuori la scuola”

Intenzione quasi primaria, infatti, sarà il tentativo di incedere sul tessuto sociale, oltre che sul territorio. È importante incedere nell’ambito sociale, poiché i ragazzi si formano prima lì. Ecco perché sarà importante il confronto con qualunque attore, per ben definire il suo ruolo sociale, al fine che si crei un’alleanza educativa autentica, poiché i docenti avvertono la necessità di un confronto e conseguente partecipazione attiva anche dei genitori. 

Si parlerà allora e si porranno le basi affinché si realizzi una partecipazione attiva, basata sulla corresponsabilità, partecipazione attiva, condivisione, collaborazione tra tutti gli attori così da poter rendere tutti i difficili contesti urbani comunità educanti.

L’evento prevede anche gli interventi di colei che introdurrà i lavori, cioè la Prof.ssa Daniela Metitiero che omaggerà con i propri saluti il Presidente della II Municipalità Francesco Chirico; della Prof.ssa Paola Carretta; di Alessia Petraglia, Senatrice della Repubblica SI; del Maresciallo dei Carabinieri Carlo Di Martino, Comandante della caserma Marianella-Scampia; del Dr. Pasquinucci, direttore dell’ASL NA1; di Maria de Luzenberger, Procuratore presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli; della Dott.ssa Claudia Brodetti del Centro Ricerca e Indagine Filosofica; della Dott.ssa Lidia Ronghi della Cooperativa sociale Il Quadrifoglio. Concluderà il Presidente del Consiglio Comunale di Napoli Sandro Fucito.

Si ringrazia la Professoressa Metitiero per averci fornito tutte le informazioni.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’importanza della formazione online per diventare un trader di successo
Articolo successivoAmministrative 2017 ad Acerra, intervista alla candidata Paola Montesarchio
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here