Un team di ricercatori ecuadoriani dell’Università San Francesco di Quito ha recentemente scoperto una nuova specie di rana della famiglia delle Centrolenidae  con la pelle dell’addome traslucida.

L’anfibio in questione è stato denominato Hyalinobatrachium yaku e grazie alla sua peculiarità è possibile osservare alcuni organi interni tra cui cuore e vasi sanguigni.  La curiosa rana si caratterizza, inoltre, dai suoi simili per le sue dimensioni di circa 2 centimetri e la grande testa che presenta delle macchie di colore verde scuro nella parte posteriore. Essa vive in prossimità di piccoli stagni ad un’altitudine di circa 330 metri.

Hyalinobatrachium yaku presenta notevoli particolarità anche dal punto di vista riproduttivo.  Lo zoologo Juan M. Guayasamin, uno degli studiosi che hanno condotto la ricerca, ha notato che gli esemplari maschi, una volta che le femmine depositano le uova, provvedono a fecondarle e a proteggere il nido dagli attacchi di eventuali predatori che minacciano l’animale.

Inizialmente i zoologi credevano che si trattasse di un esemplare di Hyalinobatrachium pellucidum, ‘’rana di vetro’’ molto simile che si differenzia soltanto per le macchie scure sul dorso. Da un’attenta analisi condotta in laboratorio gli scienziati hanno notato che il DNA, le vocalizzazioni della durata di circa un minuto e la morfologia sono differenti rispetto alle altre rane scoperte in Ecuador e che, pertanto, si tratta di una specie a sé.

Ad oggi la rana Hyalinobatrachium yaku è stata trovata soltanto nelle località peruviane di Pastaza, Napo e Orellana molto distanti tra loro e con molta probabilità la specie è presente anche in altre zone dell’Ecuador. L’unica certezza è che gli zoologi hanno è che, purtroppo, l’anfibio è minacciato da molti rischi tra cui l’inquinamento dei corsi d’acqua, la deforestazione e le attività di estrazione. Per avere maggiori informazioni sull’habitat e sul numero esatto di esemplari bisognerà aspettare ulteriori studi.

Vincenzo Nicoletti

CONDIVIDI
Articolo precedenteArcheologia di Dario Franceschini: sulla cultura in Italia
Articolo successivoConsigli per viaggiare quando fa caldo

Vincenzo Nicoletti nasce l’11 dicembre 1994 a Vallo della Lucania e si trasferisce con la famiglia a Brescia dove attualmente vive. Da sempre appassionato di lettura, viaggi, diritti umani e ambiente ha sviluppato una forte curiosità per il mondo che lo circonda nelle sue molteplici sfaccettature. Collabora con Libero Pensiero News come coordinatore della sezione Scienza.