Paolo Conte e Ivano Fossati non si sono mai incontrati in uno studio televisivo, ma lo faranno per la prima volta a Nessun Dorma, nello speciale appuntamento di due ore in onda giovedì 8 giugno alle 21.15 su Rai Cinque.

Paolo Conte e Ivano Fossati sono i protagonisti di una puntata che probabilmente nessuno si aspetta: con i due ospiti, Massimo Bernardini non parlerà di canzoni come Vieni via con me, o di Un gelato al limone, né de La mia banda suona il rock o Le notti di maggio. C’è già tanta tv che lo ha fatto da quarant’anni a questa parte. Tanti libri, articoli, colleghi intelligenti che ne hanno scritto. Bernardini punta ad altro. A qualcosa di diverso. I due maestri assoluti della canzone italiana verranno coinvolti in una conversazione sulla musica “pura”, “senza parole”, nella loro veste di strumentisti e compositori.

Bernardini accompagnerà il pubblico alla scoperta della passione giovanile di Paolo Conte per il vibrafono e di quella per il flauto di Ivano Fossati, i loro primi incontri con la musica classica, dal barocco al Novecento, e la loro passione condivisa per la musica jazz. Non mancheranno analisi e critiche acute sulla canzone italiana e i suoi protagonisti. Ad arricchire la puntata ci saranno i filmati dell’archivio della Rai, testimonianze sulle loro esibizioni strumentali e sui musicisti italiani e internazionali che li hanno più ispirati. Come di consueto, gli studenti del Conservatorio e della Jazz School di Torino eseguiranno dal vivo, per il pubblico di Rai Cinque, brani strumentali firmati da Conte e Fossati che, attraverso aneddoti e cronache inedite, regaleranno al pubblico di Rai5 quasi due ore della loro lunga storia d’amore per la musica.

Rai cinque gode di un portale interamente dedicato alla sua programmazione, con approfondimenti, documenti inediti e tanto altro. Chiunque non fosse in grado di seguire in Tv la puntata speciale di Nessun Dorma condotta da Massimo Bernardini, storico volto di Rai Tre con il suo TvTalk, potrà farlo  a questo link.

Fonte comunicato stampa Rai

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Gladiatore: come il film di Scott ha modulato il nostro immaginario
Articolo successivo“LaCittà”, odissea senza fine: redattore sospeso
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here