Napoli. L’ Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo ha organizzato un’assemblea popolare il 17 Giugno dalle ore 16.30. Presso Via Imbriani 218 a Materdei, nel cuore di Napoli. I militanti hanno organizzato un’intera giornata di attività.

“Un anno di lotte, mutualismo e Controllo Popolare! Facciamo un bilancio e rilanciamo!” recita la locandina dell’evento dell’ Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo.
Il programma è il seguente:
• Dalle 16 alle 17.30 ci saranno dimostrazioni della palestra popolare e visite guidate nelle celle.
• Dalle 17.30 si terrà l’assemblea popolare.
• Dalle 20 dimostrazioni di danze orientali e tango + milonga.
• Dalle 21 si cenerà tutti insieme.

(Per ulteriori informazioni:http://jesopazzo.org/index.php/calendario-iniziative/221-un-anno-di-lotte-mutualismo-e-controllo-popolare)

Pensiamo che quest’anno sia stato davvero importante, che ci abbia fatto crescere, conoscere sempre più persone, che ci abbia insegnato tanto su come cambiare le cose – informano gli attivisti dell’associazione dell’ Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo –  Per questo vorremmo parlarne tutti insieme, fare un bilancio degli ultimi mesi, dei percorsi che abbiamo aperto in città, per farli diventare sempre più incisivi. Per questo vorremmo che le tante persone che seguono il nostro lavoro o che ogni giorno attraversano questi spazi, a volte senza nemmeno il tempo di conoscersi, si prendano un momento per ragionare insieme, sognare in grande, fare comunità.”

L’assemblea, in particolare, verterà sulla discussione di quattro punti fondamentali, argomenti chiave affrontati durante l’ultimo anno:

  1. Accoglienza dei migranti, abusi nel settore, controllo popolare nei Centri d’Accoglienza Straordinaria.
  2. Lotta alla povertà e all’esclusione sociale.
  3. Lavoro, con la campagna contro il Lavoro Nero.
  4. Salute e Sanità.

Per ognuno di questi punti presenteremo – dichiarano dall’ Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo –  il quadro della nostra attività rispetto alla situazione cittadina, daremo dati e cifre, evidenzieremo difficoltà e porteremo idee, per lavorarci durante l’estate e arrivare a settembre ancora più organizzati. Perché una cosa abbiamo capito in questi due anni di Ex OPG: non è vero quello che hanno sempre detto alla nostra generazione. Non è vero che non si può vincere, che l’unica politica è quella dei tagli, dell’austerità, dell’inciucio, della corruzione. Non è vero che ci dobbiamo stare.

Potere al popolo, dare voce al popolo e aiutare il popolo sono i veri interessi che accomunano i militanti dell’ ex opg e tutti i cittadini che parteciperanno all’evento del 17 Giugno.

Simona Pietropaolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Mostra D’Oltremare diventa “mondiale”
Articolo successivoPompeii Theatrum Mundi: la tragedia greca al Teatro Grande di Pompei
Simona Pietropaolo è nata a Napoli il 3 novembre del 1993 e vive a Marano di Napoli. Studia alla facoltà di Lettere moderne dell' Universita Federico II per poter intraprendere una carriera nell'ambito del giornalismo e delle comunicazioni. Le sue passioni sono la scrittura creativa e la lettura principalmente di opere letterarie classiche e contemporanee.