Napoli – Attivisti, associazioni e comitati continuano a lottare contro la chiusura dell’ospedale San Gennaro.

Un gruppo di manifestanti, insieme agli operatori stamane hanno bloccato la cassa ticket dell’ospedale San Gennato per effettuare le visite in maniera gratuita. In una nota spiegano: “L’articolo 32 della costituzione dice che ogni cittadino ha diritto a cure mediche gratuite. Non è stato rispettato il cronoprogramma di riconversione dell’ospedale San Gennaro, non ascoltano le nostre proposte e nemmeno ci permettono di presentarle; continuiamo a pagare ticket altissimi in un ospedale che non ha neanche più una direzione. L’ospedale è già bloccato indipendentemente da noi! Ma il prezzo più alto sono le nostre vite! Per questo abbiamo occupato la cassa ticket dell’ospedale e i lavoratori stanno svolgendo gratuitamente le visite. La salute è un diritto e dev’essere gratuita! Applichiamo l’articolo 32 della Costituzione.”

Le forze dell’ordine hanno risposto con una dura repressione: “è in corso un’azione repressiva delle guardie contro i compagni, i lavoratori e gli utenti che hanno occupato, stanno occupando l’ufficio ticket dell’Ospedale San Gennaro e stanno garantendo le visite gratuitamente a fronte della prospettata chiusura del presidio sanitario. Li stanno denunciando per interruzione di pubblico servizio.”

Lo scorso Novembre, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca dichiarava: “Per il Rione Sanità anche da parte nostra occorre un impegno doppio per garantire innanzitutto un’assistenza adeguata ai cittadini e contribuire a dare serenità al quartiere. Se vogliamo difendere il San Gennaro, dobbiamo avere tutti l’obiettivo di rinnovarlo”. (Per i dettagli: https://www.liberopensiero.eu/2016/11/04/de-luca-rinnoviamo-il-san-gennaro/ )

 

 

https://www.facebook.com/NO-alla-chiusura-dellOspedale-San-Gennaro-294249877641064/