Napoli – Oggi 30 giugno e domani 1° luglio la nave Rainbow Warrior di Greenpeace per la campagna No Plastic! si troverà al Molo Caligoliano di Pozzuoli.

Il tour della campagna della Rainbow Warrior è stato intitolato “Meno plastica, più Mediterraneo

La nave è arrivata a Napoli, dopo essere stata in Spagna e aver fatto tappa a Genova, per ispezionare i mari del Mediterraneo.

Il lavoro di ricerca e analisi delle acque sarà effettuato sotto la guida di Serena Maso (responsabile della Campagna Mare di Greenpeace) e in collaborazione con la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, l’Istituto di Scienze Marine del CNR di Genova e l’Università Politecnica delle Marche. Saranno effettuale analisi e campionamenti delle acque del Golfo di Napoli, analizzando i livelli di concentrazione di plastiche e microplastiche nelle acque e negli organismi marini.

La Campagna di Greenpeace è finalizzata alla salvaguardia dei mari, alla sensibilizzazione delle persone nel rispetto dell’ambiente, e quindi contro l’inquinamento in special modo quello prodotto da materiale plastico.

Attualmente l’80% dei rifiuti è costituito da plastica e invade spiagge e fondali marini trasformandoli in una vera e propria discarica.

Le microplastiche, che derivano da diverse fonti della produzione umana, sono quelle in maggior quantità presenti nelle acque e sono quelle che costituiscono anche la famigerata Pacific Trash Vortex.

La plastica sta soffocando i mari del mondo e anche nel Mediterraneo la situazione si sta facendo preoccupante, in seguito a ritrovamenti di frammenti di plastiche nel fondali marini (anche a 900 e 3mila metri di profondità), in aree protette, negli stomaci di pesci, uccelli marini, tartarughe e crostacei.

Greenpeace si fa portavoce di tutti per chiedere e ottenere leggi più restrittive per quanto riguarda i rifiuti di grandi produttori, secondo il principio EPR (Responsabilità Estesa del Produttore), e in questo il Comune di Napoli si è mostrato estremamente disponibile per richiamare l’attenzione sui temi ambientali da parte del Governo italiano.

Proprio in questi giorni l’Unione Europea sta rivedendo le direttive sui rifiuti ed è il momento di prendere decisioni ferree per il futuro dell’ambiente.

Greenpeace ha aperto anche una petizione, a tal proposito, per sollecitare il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

Saranno due giornate di open boat in cui i visitatori potranno salire a bordo della nave gratuitamente, per informarsi come fare per salvaguardare l’ambiente marino e partecipare alle diverse attività, che saranno organizzate per sensibilizzare il pubblico sul tema ambientale.

Sara Simeone

CONDIVIDI
Articolo precedenteCentri giovanili di Napoli: inserito polifunzionale di via Menzinger nella rete
Articolo successivoDomenica 2 luglio musei gratis in Campania
Studentessa di 29 anni originaria dell’entroterra casertano. Diplomata al Liceo Scientifico Bilingue nel 2007, iscritta successivamente alla Facoltà di Architettura di Napoli, città in cui vivo da oramai dieci anni. Per indole e per scelta accademica i miei interessi riguardano la cultura, la fotografia, la lettura, la musica, la cucina (che ha molteplici punti in comune con l’architettura) e in generale ogni singola forma d’arte. Ho sempre scritto solo per me stessa, ora mi addentro in ambito giornalistico per la prima volta, cogliendo l’occasione, in tal modo, di comunicare con un pubblico reale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here