E’ Cosimo Erra il coordinatore che il Forum dei Giovani di Pontecagnano ha eletto martedì 20 giugno 2017. La lista Liberamente ha prevalso su Un Passo Avanti di Leopoldo Arduino. 

Pontecagnano Faiano
Pontecagnano Faiano

Poco tempo fa il Forum dei Giovani di Pontecagnano ha rinnovato i propri organi elettivi. Lo scopo principale del Forum è quello di creare uno spazio per il dibattito e la condivisione di esperienze tra le associazioni giovanili di diversa formazione e natura e le istituzioni Italiane ed Europee, presso le quali svolge un ruolo consultivo e propositivo in materia di Politiche Giovanili.

Inoltre, si occupa di porre al centro del dibattito politico e dell’iniziativa sociale il valore dei giovani, nonché la crescita personale e l’integrazione delle nuove generazioni all’interno della società.

“La mia elezione al forum come coordinatore è solo il punto d’arrivo e di inizio. Infatti, LiberaMente parte molto tempo fa con la battaglia sul regolamento, vinta grazie all’impegno dei miei compagni di squadra che hanno fatto in modo che Pontecagnano Faiano abbia finalmente riavuto il Forum. Un organo nuovo, totalmente elettivo e senza “nomine”. Il mio nome è stata la somma delle voci di tutti e ne sono orgoglioso. Abbiamo lavorato tanto e continueremo ancora a farlo per tutti i giovani della nostra comunità. Il risultato elettorale è stato sicuramente importante e ci dà la motivazione per fare ancora meglio e sempre di più. Siamo ragazzi tutti diversi con background differenti ed è proprio l’essere diversi che ci rende unici, perché sappiamo essere diversi insieme. Abbiamo un programma da realizzare e speriamo di farlo con L’aiuto di tutti”.

Queste le parole di Cosimo Erra, neo eletto coordinatore del Forum di Pontecagnano, uno dei tanti comuni che da anni viene valorizzato e animato dall’assiduo lavoro dei giovani, con la passione per la città e la crescita morale e civica dei propri coetanei.

Il Forum Nazionale dei Giovani è nato ufficialmente il 26 febbraio 2004, dopo un percorso faticoso ma entusiasmante delle associazioni fondatrici, rimanendo tuttora l’unica piattaforma Nazionale di associazioni giovanili italiane, con più di 75 organizzazioni al suo interno, per una rappresentanza di circa 4 milioni di giovani.

La volontà di coloro che hanno creduto in questo progetto sin dall’inizio è stata ed è quella di dare voce alle nuove generazioni, dando vita ad un organismo di rappresentanza che potesse rinsaldare la rete di rapporti tra le varie associazioni giovanili presenti sul territorio ed essere promotore dei loro interessi presso le istituzioni sociali, politiche ed economiche.

Maria Iemmino Pellegrino