Il mondo dei social media gira velocemente, in maniera ossessiva, e negli ultimi tempi ha dirottato molti users sui suoi contenuti aggiungendo funzionalità avanzate, l’animazione e la realtà aumentata. L’ultima novità è Snapchat Map, la mappa di Snapchat che in Europa sta già riscuotendo molto successo.

Grazie alla sua funzione di localizzazione questa nuova funzionalità della nota app dei selfie buffi che sta spopolando soprattutto tra i più giovani tra poco arriverà in Italia e sarà possibile averla gratuitamente sui dispositivi iOS e Android.

I post di lancio su Twitter e Facebook sono stati accolti molto bene dagli utenti di Snapchat. Sul sito ufficiale è possibile vedere il video di lancio, avere maggiori informazioni a riguardo e leggere le  indicazioni sull’uso di SnapMap fornite dai suoi produttori.

SnapMap permette di trovare i contatti e di farsi trovare attraverso i Bitmoji (avatar personalizzati sotto forma di cartoon). Per utilizzare la funzione bisognerà aprire la fotocamera e zoommare ”pizzicando” il display. Una volta attivata la funzione di localizzazione sarà possibile conoscere la posizione geografica dei propri amici e far conoscere loro la propria.

Gli user verranno visualizzati sulla mappa, creata e programmata grazie all’aiuto del partner Zenly. Una volta aperta l’app i contatti appariranno sulla cartina e attraverso un tap sul loro Bitmoji sarà possibile visualizzare anche le ”storie” da loro pubblicate. Nel caso non si volesse osservare la posizione altrui senza rivelare la propria è possibile disattivare la localizzazione.

La posizione rimarrà visibile per otto ore e scomparirà da sè se l’utente non aprirà l’app per un lasso di tempo superiore. I Bitmoji si aggiorneranno soltanto quando l’app verrà aperta e la  connessione sarà attiva. I colori aiuteranno a distinguere le zone con una maggiore concentrazione di users da quelle di bassa concentrazione in modo da favorire la ricerca dei propri amici.

Snapchat ha fornito un nuovo strumento di interazione e condivisione delle proprie esperienze con le altre persone con l’obiettivo di rilanciarsi dopo il forte successo riscosso dalle Instagram Stories. Riuscirà l’azienda nel proprio intento?

Per maggiori informazioni e per scaricare SnapMap ecco il link di riferimento:

Pasquale Castaldo

FONTEProfilo Facebook Pasquale Castaldo
CONDIVIDI
Articolo precedente“Svelate”: donne musulmane tra femminismo e stereotipi
Articolo successivoEvasione fiscale, Comune di Napoli alla riscoss(ione)
Nato nel 1990 a Napoli. L’interesse per il giornalismo è iniziato quando a 18 anni ho collaborato e scritto per il giornale della scuola, ma sapevo già che è un percorso difficile quello del giornalista. Dopo il diploma nel 2010, mi sono iscritto all’Università, il Suor Orsola Benincasa a Napoli, alla facoltà di Scienze della Comunicazione. Nel 2012 ho cambiato sede universitaria e anche casa: sono andato a Bologna. Nella città dei tortellini ho lavorato come cameriere e promoter, ho fatto un tirocinio formativo di tre mesi presso una starup che si occupa di high-tech. Ho conseguito la laurea breve nel 2015, in Scienze della Comunicazione, all'Università degli Studi - Alma Mater St. - Nel 2016 sono tornato a Napoli, vivo nel centro storico. Ho una pagina Instagram, Snapchat e Twitter.