Cavalletti, tele, pennelli e tempere di svariati colori il 20 luglio, dalle 18:00 alle 21:00, adorneranno Piazza Municipio ad Amalfi, una delle città scelte per il progetto itinerante LUNA pART ad opera de “Il Mondo di Naty”, realtà artistica che, fondata da Natalie Colindres, si muove sul territorio campano con la speranza di divulgare tra i più piccoli la cultura della creatività.

L’iniziativa LUNA pART, promossa in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Beni Culturali del comune di Amalfi, nasce con l’obiettivo di stimolare – mediante l’arte e il gioco – lo spirito libero dei bambini, chiamati a tappezzare l’intera cittadina con le proprie opere. Importante spazio avranno le aree tematiche della Pittura Creativa e dell’Arte del riciclo: genitori e figli potranno lavorare con materiali di recupero, creare pezzi d’arte unici a partire da quelli che erano originariamente dei semplici scarti. Tra gli altri spazi, ci sarà anche quello dedicato alla Pittura Libera, aperto un pò a tutti, e quello di Action Paint, accessibile ai bambini di età compresa tra i 4 gli 11 anni: i partecipanti non avranno tanti limiti, se non l’obbligo di perdersi nel mondo dell’espressionismo emulando Jackson Pollock, cosa che sarà possibile grazie al supporto della Kandinsky Street Art e di RiciclARTE.

I laboratori organizzati da “Il Mondo di Naty” saranno da un lato dedicati alla pittura, dall’altro alla creatività interculturale.

Per i laboratori di pittura, si svolgeranno attività ispirate alla vita e alle opere di grandi pittori e ai principali eventi storici, con lo scopo di ampliare le conoscenze dei piccoli partecipanti.  Ma la pittura non è solo questo, è soprattutto esprimere appieno se stessi e le proprie emozioni: si cercherà di portar fuori il lato più sensibile dei bambini, così come tutti quei valori quali la pazienza, la costanza e la dedizione, che fanno di un semplice pittore un grande artista. Importante sarà la condivisione e la collaborazione con altri improvvisati artisti di piazza.  I laboratori di creatività interculturale, invece, mireranno ad avvicinare i bambini ad altre culture mediante l’utilizzo di materiali di varia origine e natura.

Per maggiori informazioni

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteI Quartieri Spagnoli: una passeggiata napoletana
Articolo successivoNuova stagione artistica per l’Associazione i D.O.C.
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.