Un nuovo inizio settimana qui al Giffoni Film Festival 2017. Il Blue Carpet è pronto ad accogliere Levante, Marco Giallini, i The Jackal e l’improbabile trio Arisa – Ruffini – Giusti per l’anteprima italiana di Cattivissimo Me 3.

Alle ore 20 in Sala Truffaut verrà proiettata l’anteprima italiana del film d’animazione Cattivissimo Me 3.

Cos’hanno in comune Arisa, Paolo Ruffini e Max Giusti? All’apparenza nulla. Lei è una cantante ormai affermata sul panorama della musica italiana; Ruffini si è fatto conoscere dal grande pubblico per alcune pellicole e per l’innata comicità; infine, Giusti è un’icona del piccolo schermo, con un curriculum televisivo di tutto rispetto.

Tutti e tre sono i nuovi doppiatori nel sequel Universal Pictures International Italy, che vede l’ex cattivo Gru alle prese con tre orfani e mille peripezie. Max Giusti è la storica voce di Gru, protagonista del film d’animazione, e, per l’occasione, anche la voce di Dru, il fratello gemello ignorato. Balthazar Bratt, nemico di Gru, giovane prodigio della televisione anni ’80, è stato doppiato da Ruffini ed, infine, torna a prestare le sue corde per Lucy.

Il Blue Carpet del Giffoni li vedrà sfilare per foto ed autografi alle 18.10, per poi trasferirsi in Sala Truffaut per l’anteprima italiana di Cattivissimo Me 3.

In giornata sfileranno anche: i TheJackal – icone partenopee del montaggio e della comicità in rete, alle ore 15; Levante – cantautrice di talento e prossimo giudice nell’undicesima edizione di XFactor. Alessandro D’Alatri, invece, è stato ospite della Masterclass con i giovani giurati in Sala De Sica per la proiezione del suo ultimo film The StartUp.

Questa mattina il festival del cinema per ragazzi ha ospitato Franco Roberti, procuratore nazionale Antimafia, ed il dottor Corrado Lembo, procuratore capo della Repubblica di Salerno. Il Giffoni Film Festival, ogni anno, dedica uno spazio per la riflessione sui temi della legalità, per rappresentare, agli occhi dei più giovani, non solo un palcoscenico per le stelle del cinema anche un’importante vetrina per la trasmissione di messaggi.

Sara C. Santoriello

CONDIVIDI
Articolo precedenteNarcos: il male in cerca di una morale
Articolo successivoNapoli, rischio sgombero per 150 rom
Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all'Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De' Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell'Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero. Per Polis SA Magazine gestisce la rubrica "Around The Corner".