57 giorni: sono solo questi i giorni che separano la scomparsa di Giovanni Falcone da quella di Paolo Borsellino del 19 luglio.

Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina Claudio Traina, ma ovviamente anche Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro sono solo alcune delle vittime della mafia di quegli anni.

Per ricordare quel giorno di 25 anni fa Rai Uno proporrà una fiction che racconta gli ultimi giorni di vita e lotta alla mafia di Borsellino.

Roma, Palermo, la vicina spiaggia di Mondello e Terrasini, in direzione Trapani, accanto all’aeroporto “Falcone Borsellino”, che si affaccia sul Golfo di Castellammare. Sono questi i luoghi in cui è stata girata la docu-fiction “Adesso tocca a me”, che in onda il 19 luglio su Rai Uno in prima serata.

A prestare il volto al magistrato è l’attore Cesare Bocci in un’interpretazione molto intensa. La Rai fa servizio pubblico nel commemorare la data del 19 luglio del 1992, che ha segnato una delle pagine più brutte della nostra storia. Dopo la strage di Capaci che si consumò il 23 maggio, in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta, a distanza di soli due mesi, la stessa sorte toccò all’amico e collega Borsellino. Quasi un presentimento per lui che all’indomani dalla morte dell’amico e collega commentò: «Il prossimo sono io». E non si sbagliava perché per lui il tempo si fermò in via D’Amelio a Palermo, dove abitava sua madre. Ad attenderlo però, in un anonimo pomeriggio domenicale, esattamente alle 16.58, ci fu una 126 bianca imbottita con 90 kg di esplosivo. Insieme a lui morirono anche cinque agenti della scorta.

Il film proposto da Rai Uno è un equilibrato mix di fiction, con la ricostruzione della vita di Borsellino, ma anche di interviste, filmati originali e testimonianze tra cui quella di Antonio Vullo, unico superstite del drammatico attentato.

Il film ripercorre la vicenda di un uomo di Stato, un servitore della giustizia e della libertà, di un eroe civile. Verranno prese in considerazione le molte verità emerse dai processi e i dubbi che rimangono: ancora non è stata fatta luce sulla scomparsa della famosa agenda rossa. “Adesso tocca a me” è una coproduzione Rai Fiction e Aurora tv. Il soggetto e la sceneggiatura sono di Sandrone Dazieri. Il film tv è interpretato da Cesare Bocci, Giulio Corso, Ninni Bruschetta e Anna Ammirati. Regia di Francesco Miccichè.

Fonte ufficio stampa Rai.

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteGFF2017: Laura Esquivel, 10 anni dopo Patty
Articolo successivoLeopardi: a Recanati apre la casa di Silvia
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.