L’estate, lo sappiamo bene, è binomio di sole, e con il sole arriva la tanto desiderata abbronzatura. Non c’è niente di meglio di una bella e rilassante giornata in spiaggia in riva al mare: l’unico inconveniente, in particolare per i primi soli e per le persone con la pelle più sensibile, sono le immancabili bruciature.

In un attimo, il nostro relax e la nostra tintarella si trasformano in arrossamenti e pruriti e, nei casi più gravi, in vere e proprie ustioni da trattare con creme.

Di sicuro è capitato a tutti di bruciarsi, al mare, trovarsi col naso e la schiena in fiamme e in attesa dell’imminente spellatura… ecco perché bisogna prepararsi al meglio così da goderci davvero il sole e evitare di diventare rossi in spiaggia.

Creme solari

La prima regola, fondamentale e irrevocabile, è quella di utilizzare creme solari di qualità; in particolare bisogna basarsi sulla sensibilità della propria pelle e utilizzare creme anche molto forti (come la protezione 50), che saranno sempre meglio di una fastidiosa scottatura. Vi consigliamo sempre di leggere le recensioni dei prodotti, specialmente quando si parla di prodotti che vanno a diretto contatto con il nostro corpo.

Le creme però non bastano, una buona idea è quella di prendere il sole gradualmente, specialmente per non bruciarsi a inizio stagione. Ecco che, per iniziare, sono consigliati circa 30 minuti nelle ore meno calde del giorno per abituare la pelle e ottenere la prima abbronzatura. Quella base, per intenderci.

Successivamente sarà possibile passare più tempo al sole, rimanendo però ben attenti e non esporci ai raggi solari per troppo tempo, in particolare durante le ore più calde del giorno, dalle 13 alle 16, perché è proprio questo il momento in cui i raggi solari colpiscono con più forza, provocando scottature e eritemi che andranno ad intaccare la nostra bellezza.

Non dimentichiamo che i raggi solari non si fermano di fronte a nulla. Spesso capita di scottarci anche quando il cielo non è esattamente limpido ma coperto da quella cappa di nubi che crea quell’afa insopportabile.

Attenzione all’acqua!

Cosa c’è di meglio di un rinfrescante bagno in mare? Attenzione però, l’acqua porta via la crema! Di conseguenza, se non avete una crema solare resistente all’acqua, sarà fondamentale darsi di nuovo la crema dopo aver fatto il bagno, così da non vanificare l’applicazione e ritrovarci bruciati senza nemmeno sapere perché!

Un luogo comune da sfatare

Per non diventare rossi e spellarci al mare, bisogna ricordare un altro punto molto importante: l’idea che una volta abbronzati non ci bruciamo più è un banale luogo comune! Attenzione quindi all’eccessiva esposizione al sole, anche se abbronzati infatti i raggi colpiscono la pelle e possono portare a arrossamenti e bruciature!

Godersi il mare in santa pace è possibile, basta seguire delle semplici regole e avere sempre un po’ di giudizio, così da non ritrovarci la sera a contemplare allo specchio il nostro viso rosso come un peperone!