Sono diverse le motivazioni che spingono sempre più studenti italiani ad organizzare viaggi studio all’estero per imparare una nuova lingua, solitamente per risultare più completi dal punto di vista personale e professionale, vista la competizione presente nel mondo scolastico e lavorativo degli ultimi anni.

È pur vero che curriculum che vantano esperienze all’estero che siano lavorative o scolastiche hanno necessariamente una marcia in più rispetto ai curriculum “nostrani”: ecco perché è veramente importante formarsi nella maniera più adeguata per cercare di rispondere al meglio alle numerose proposte di lavoro sia italiane che estere. Andare all’estero però per conoscere una nuova lingua non è una decisione sempre così semplice da affrontare, ecco perché è fondamentale scegliere con cura il proprio percorso di studi o di “vita” prima di intraprendere questo nuovo percorso formativo.

Sicuramente una delle prime accortezze riguarda la destinazione presso la quale abbiamo deciso che inizierà il nostro nuovo percorso di formazione. È possibile optare per un luogo che sognamo da tempo di conoscere, poiché in questo modo ci si sentirà decisamente più spronati nel proprio percorso. Dopo aver scelto il luogo di preferenza si dovrà considerare il proprio budget a disposizione, in quanto sicuramente una cifra limitata non ci potrà permettere di soggiornare per un lungo periodo a New York, quindi sarebbe bene decidere la meta in corrispondenza del denaro che si ha a disposizione per vivere questa esperienza all’estero.

Ulteriore aspetto, forse il più importante, è proprio relativo all’atteggiamento con il quale si sta organizzando il proprio viaggio studio: è fondamentale infatti cercare un ambiente che ci consenta di raggiungere un obiettivo linguistico piuttosto che optare per ambienti forse troppo frequentati da connazionali, in quanto l’effetto sortito sarebbe contrario alle nostre aspettative. Per chi ha maggiori difficoltà linguistiche in quanto parte da una conoscenza pari quasi allo zero, potrà essere necessario affidarsi alle famiglie presenti nel luogo di destinazione: alloggiare in una famiglia consente di apprendere non solo le abitudini del luogo ma soprattutto di scoprire e toccare con mano la conoscenza della lingua, data la convivenza con una famiglia madrelingua.

Trascorrere un anno scolastico all’estero è decisamente la scelta che tutti gli studenti dovrebbero fare per cercare di migliorare il proprio approccio linguistico con le lingue straniere; diversi sono i programmi messi a punto per giovani studenti che vogliono conoscere una nuova lingua, magari tramite gemellaggio tra scuole e Paesi completamente differenti che ci consentono di conoscere tradizioni, culture ma soprattutto lingue differenti.