Il ventenne olandese originario di Gorinchem, un paese nei pressi della città di Rotterdam, torna dopo il prestito al Willem II per convincere il pubblico del Feyenoord e della sua città.

Jari Schuurman, classe 1997, trequartista duttile e adattabile a tutti i ruoli del centrocampo, si prepara ad iniziare la sua stagione più importante, nel club che lo ha creciuto sin dal primo settore giovanile. Infatti, il giovane olandese ha iniziato convincendo tutti gli addetti ai lavori con prestazioni brillanti che gli hanno portato la convocazione a 16 anni in Nazionale Under 17, mettendo a referto 12 presenze e 4 gol; e l’anno successivo a 17 anni con la Nazionale Under 19, mettendo a segno 4 gol in 21 partite.

 

Risultati immagini per Jari Schuurman FeyenoordNel campionato di casa, il ragazzo di Gorinchem ha continuato il percorso che lo ha portato a giocare con la maglia del Feyenoord dell’Under 19, riuscendo a sviluppare la capacità di adattamento necessaria per ricoprire diversi ruoli del centrocampo, dal centrale alla mezz’ala con doti difensive, fino al suo ruolo naturale che è il trequartista alle spalle della punta con buone capacità di inserimento nelle manovre offensive. Dopo ventisei presenze in due anni con l’Under 19 del Feyenoord, con 11 gol e 2 assist, è passato in prestito al Willem II, dove ha avuto l’opportunità di giocarsi l’Eredivisie, il primo campionato olandese.

Partendo molte volte dalla panchina, Jari Schuurman ha conquistato 12 presenze e 5 gol, giocando molte partite anche da ala sinistra come supporto offensivo all’attacco del Willem II. Sfruttando la nuova posizione disegnatali dall’allenatore Erwin van de Looi, il giovane olandese è riuscito a migliorarsi sotto l’aspetto tattico e fisico, diventando un jolly importante per il Feyenoord neo campione d’Olanda, che quest’anno avrà l’opportunità di giocarsi una chance importante anche in Champions League.

La grande duttilità e il fiuto del gol del giovane Jari Schuurman sono il profilo ideale per una squadra che ha vinto sì il campionato, ma che mostra ancora un gap evidente rispetto alle altre squadre sia del campionato olandese, sopratutto a livello europeo. In partite dove ogni azione può valere una partita, i fantasisti e gli uomini che possono contemporaneamente dedicarsi alla fase difensiva e saltare l’uomo lanciando i propri compagni risultano fondamentali in questo tipo di contesto.

Il direttore tecnico del club di Rotterdam, Martin van Geel, ha dichiarato che Jari Schuurman: «il ragazzo si giocherà una seria opportunità al Feyenoord», sottolineando come l’innesto del trequartista olandese possa essere fondamentale per il completamento di una rosa che avrà più competizioni a cui far fronte; e la grande adattabilità e spirito di sacrificio di Jari Schuurman potranno essere più di un aiuto alla sua città e al “suo” Feyenoord.

Niccolò Inturrisi

CONDIVIDI
Articolo precedenteEcuador: Nina Pacari lotta per i diritti delle popolazioni indigene
Articolo successivoVico Equense, torna il Social World Film Festival
Nasce il 26 febbraio 1995 a Firenze, dopo aver terminato gli studi liceali nel 2015 lascia l’Italia e si trasferisce con la famiglia in Olanda, ad Amsterdam. Ora continua a lavorare come magazziniere in attesa di intraprendere gli studi. Il libro che lo ha colpito più di tutti è stato “La bestia umana” di Zola. Se proprio gli chiedessero di scegliere un autore preferito, opterebbe però per Dostoevskij. Coltiva molte altre passioni, tra cui la musica, nella quale si è cimentato per qualche anno suonando chitarra elettrica e basso. Ascolta tutti i generi possibili e il suo gruppo preferito in Italia restano gli Zen Circus, anche se adora De Andrè e Lucio Dalla (ma ne potrebbe citare molti altri), ma il suo primo amore rimangono i Pink Floyd. Grazie alla famiglia si porta dietro praticamente da tutta la vita la passione per il cinema. Adora Fellini e Monicelli, ma non disdegna anche registi esteri come Lynch, Scorsese e Tarantino.