Un team di ricercatori dell’Università australiana Murdoch di Perth ha recentemente  pubblicato sul Zoological Journal of Linnean Society un articolo in merito in rinvenimento di una nuova specie di pesce luna. Si tratta di una scoperta che ha destato molta sorpresa nel mondo della biologia in quanto finora si credeva che le specie di pesce luna fossero soltanto tre (Masturus lanceolatus, Mola mola o Mola ramsayi).

Il pesce in questione è stato denominato dagli scienziati Mola tecta ed è  molto simile al comune pesce luna (Mola mola). Esso ha un corpo di forma ovoidale e una bocca di piccole dimensioni che termina con un becco come i suoi simili, ma si differenzia da loro per alcuni dettagli tra cui la mancanza di bozzi e protuberanze tipici degli altri esemplari e una struttura più slanciata.

Inizialmente i biologi credevano che si trattasse di un esemplare di Mola mola con caratteristiche leggermente diverse rispetto agli altri pesci luna, ma grazie ad un’attenta analisi del DNA è stato scoperto che si trattava, invece, di una specie a sé stante.

Il merito della scoperta si deve attribuire a Marianne Nyegaard, dottoranda in Veterinaria e Scienze della Vita presso l’Università di Murdoch. La studentessa ha analizzato le 27 tipologie di pesci luna presenti in Oceania e grazie allo studio di 150 campioni spiaggiati lungo le rive oceaniche è riuscita a classificare la nuova specie.

La Nyegaard e il suo team di ricerca hanno, inoltre, scoperto che l’animale vive in profondità nelle acque fredde  e si nutre di salpe e altri organismi gelatinosi simili a meduse. Anche per quanto riguarda le abitudini e l’alimentazione il Mola tecta si differenzia, quindi,  dal più comune Mola mola.

La scoperta del Mola tecta è di vitale importanza in quanto l’ultima classificazione di una specie di pesce luna avvenne 125 anni fa. I pesci luna sono animali difficili difficili da preservare e analizzare, ma grazie al lavoro congiunto dei ricercatori dell’Università di Murdoch è stato possibile fare ulteriore chiarezza su una specie di pesce vertebrato affascinante  e allo stesso tempo misteriosa.

Vincenzo Nicoletti

CONDIVIDI
Articolo precedenteLiuzhou Forest City, la Città Foresta firmata Boeri
Articolo successivoIq Option: uno dei broker più in voga per investire in rete

Vincenzo Nicoletti nasce l’11 dicembre 1994 a Vallo della Lucania e si trasferisce con la famiglia a Brescia dove attualmente vive. Da sempre appassionato di lettura, viaggi, diritti umani e ambiente ha sviluppato una forte curiosità per il mondo che lo circonda nelle sue molteplici sfaccettature. Collabora con Libero Pensiero News come coordinatore della sezione Scienza.