Sarà capitato a chiunque, tra coloro i quali hanno l’abitudine di viaggiare in aereo, di vedersi cancellato magari all’ultimo minuto il proprio volo e di ritrovarsi, quindi, in una situazione di disagio in cui il più delle volte non si ha idea di cosa fare.

Ritrovarsi con un volo cancellato non è sicuramente una bella cosa e in queste situazioni ci si chiede “E adesso, cosa posso fare?”. A tal proposito è molto importante precisare che se per colpa di una cancellazione dell’aereo vanno all’aria i vostri progetti potrete intervenire chiedendo un rimborso del volo cancellato e per farlo dovrete semplicemente affidarvi a società di consulenza specializzata nel diritto dei viaggiatori.

Se vi trovate a viaggiare da o per l’Unione Europea e se il vostro volo verrà cancellato e vorrete richiedere un rimborso dovrete per prima cosa conservare la vostra carta d’imbarco e ogni altro documento di viaggio. Nel caso in cui non abbiate la carta d’imbarco potrete in alternativa conservare un documento di volo che riporti il numero di prenotazione.

Successivamente, dopo aver saputo della cancellazione del volo, dovrete chiedere quali siano state le cause di tale conseguenza. Sapere per quale motivo il volo è stato cancellato potrà aiutarvi se vorrete presentare un reclamo, per chiedere un volo alternativo nel caso in cui vogliate continuare il vostro viaggio oppure un rimborso e quindi ad esempio un volo di ritorno per il luogo di partenza.

Se vi troverete costretti ad aspettare in aeroporto più tempo del previsto potrete chiedere alla compagnia aerea di pagarvi i pasti e le bevande; se invece sarete costretti a rimanere a terra di notte mentre aspettate un volo alternativo verso la destinazione scelta ecco che potrete chiedere alla compagnia aerea di procurarvi una stanza in albergo.

Ricordate inoltre di non firmare nulla e di non accettare delle offerte che possano in qualche modo invalidare quelli che sono i vostri diritti e conservate tutte le ricevute delle eventuali spese extra che vi siete trovati costretti ad affrontare a causa della cancellazione del volo.

In seguito dovrete affidarvi, come anticipato in precedenza, a delle società di consulenza specializzate nei diritti dei viaggiatori come ad esempio Risarcimentovolo.it, servizio questo nato con l’obiettivo di tutelare i turisti e i viaggiatori dai disagi creati proprio delle compagnie aeree o dai tour operator.

Basterà semplicemente contattare Risarcimentovolo.it, raccontare cosa vi è accaduto e proprio il team andrà ad analizzare il vostro caso e a garantirvi un’assistenza legale per far si che il vostro diritto venga rispettato e soprattutto per far si che otteniate il risarcimento.

È importante però sapere che vi sono delle situazioni in cui non si ha diritto al risarcimento per la cancellazione di un volo: questo avviene nel caso in cui abbiate ricevuto informazione della cancellazione almeno 14 giorni prima della partenza, nel caso in cui il volo alternativo sia in un orario prossimo a quello inizialmente previsto oppure ancora nel caso in cui la compagnia aerea sia in grado di dimostrare che la cancellazione del volo è dovuta a casi eccezionali come ad esempio condizioni atmosferiche, scioperi o altro ancora.

Anna Capuano