Napoli Nizza

Dopo tanta attesa, finalmente, è arrivato il giorno della sfida del Napoli con il Nizza, primo round della doppia sfida valida per il passaggio alla fase a gironi della Champions League.

San Paolo vestito a festa come sempre nelle grandi occasioni, i tifosi sono accorsi in massa a sostenere gli azzurri nella sfida delicata contro il Nizza. Idee chiare per il Napoli che schiera la sua formazione tipo e dove non è inserito il nuovo acquisto Ounas; un po’ meno chiare per il Nizza che consegna in tribuna stampa una formazione da 5-4-1, ma di fatto ha giocato sin da subito con la linea difensiva a tre, come da schema tipo della squadra francese.

Il Napoli parte subito forte ed impiega 13′ per mettere a segno il suo primo colpo con Mertens che, lanciato splendidamente a rete da Insigne, si libera dell’estremo difensore francese e segna il goal del momentaneo vantaggio.

Napoli Nizza, l’esultanza di Mertens dopo il goal

La prima frazione di gioco passa con l’assoluto predominio del Napoli, ma purtroppo in ben due occasioni poteva far pareggiare gli avversari: la prima con Koziello che taglia la difesa in due e di diagonale mette a lato; la seconda con Saint-Maximin che, lanciato a rete, manda di poco a lato. Purtroppo le due indecisioni sono le solite che offre il Napoli che stenta a correggere queste debolezze che potrebbero costar caro. La prima frazione di gioco si conclude, quindi, con il Napoli in vantaggio e che è sembrato un po’ sulle gambe già dopo i primi 30′.

La ripresa inizia con un Nizza molto più aggressivo e in possesso di ottima condizione fisica (in Francia sono già alla seconda di campionato) e, purtroppo per Sarri, i francesi hanno dato filo da torcere per circa venti minuti dove il Napoli inizia a pagare  i ritmi di preparazione molto duri. Ma quest’anno sembra girare bene per gli azzurri che per fortuna beneficiano di un calcio di rigore (forse il fallo era di poco fuori area) che permette a Jorginho di portare a due le reti del Napoli.

Il Nizza, dopo il buon avvio di ripresa crolla nel fisico e nei nervi. Falli e proteste inutili fanno incassare due rossi permettendo al Napoli di poter insistere alla ricerca del terzo goal che, però, non arriva.

Il Napoli si presenterà a Nizza con due goal di vantaggio ed occorrerà molta attenzione per portare a casa la qualificazione contro un Nizza che ha mostrato ottimi sprazzi di gioco.

LE PAGELLE

Reina 6. Nulla, come al solito. Il suo contributo è ottimo sulle chiamate e sulle strigliate ai suoi compagni.

Ghoulam 6,5. Ottimo inizio stagione, si conferma anche in questa partita.

Albiol 6,5. Se si cerca di non subire goal bisogna partire da una sua ottima prestazione e, la sua, è stata più che ottima questa sera.

Koulibaly 6,5. Ottimo in chiusura e in qualche sortita offensiva.

Hysaj 6. Ottime avanzate anche in attacco nel primo tempo, nella ripresa tira un po’ i remi in barca

Jorginho 6,5. Prestazione ordinata e senza i suoi soliti falli da cartellino. Inizia ad essere sempre più utile in regia e segna su calcio di rigore.

Allan 7. È in forma strepitosa. Nel primo tempo asfissia gli avversari. Inizia ogni stagione così ed i tifosi sperano che duri per tutto il campionato. Dall’86’ Rog S.V.

Hamsik 6. Il capitano è un po’ in ritardo di condizione, ma ha dato comunque un valido contributo nel primo tempo. Gli subentra Zielinski nella ripresa. Dal 56′ Zielinski 6.5

Insigne 6,5. Suo l’assist del primo goal come suoi gli assist per tante occasioni sciupate.

Mertens 7. Ha iniziato lì dove aveva finito. Ormai è un bomber di razza. Dal 75′ Milik 5.5: imperdonabile il suo errore da zero metri che avrebbe altresì messo un sigillo sulla qualificazione.

Callejon 6,5. Nonostante lo schema su lancio di Insigne sia ormai una costante durante ogni sfida, anche i francesi non riescono a contrastarlo, grazie ai tempi di inserimento perfetti e incontrastabili.

Salvatore Annona