Nella serata di martedì il Napoli ha centrato, per la prima volta nella sua storia, la seconda qualificazione consecutiva ai gironi di Champions League, sfatando anche il tabù che vedeva le italiane sempre fuori ai preliminari. Il sorteggio per i gironi, che si terrà Montecarlo oggi pomeriggio a partire dalle 18:00, potrebbe però riservare più di una spiacevole sorpresa agli azzurri. Gli azzurri infatti, con la qualificazione del Siviglia, si ritrovano in terza fascia e rischiano di capitare in un girone davvero ostico. Vediamo insieme le possibili avversarie per gli azzurri.

Fascia 1:

Real MadridBayern MonacoChelseaJuventusBenficaMonacoShakhtar DonetskSpartak Mosca

Facile individuare in questa fascia i pericoli per gli azzurri. Esclusa la Juventus, visto che nella fase ai gironi non possono incontrarsi squadre delle stesse nazioni, il Napoli corre diversi rischi. Ad esempio un nuovo incrocio contro i campioni in carica del Real Madrid, dopo quello agli ottavi dello scorso anno che ha visto gli azzurri uscire con un complessivo di 6-2 a favore dei Blancos. Il Real è quindi una squadra da evitare, sia per esperienza, sia per come hanno approcciato questa stagione, demolendo le certezze del Barcellona. Altro pericolo è il Bayern Monaco, che peraltro gli azzurri hanno affrontato già nei gironi 2011/12. I tedeschi non sono certamente la corazzata di un paio di anni fa, ma rimangono un pericolo per gli azzurri, soprattutto per la smisurata quantità di talenti in rosa, da Lewandowski Neuer, passando per gli esterni RobbenRibery. Gli inglesi del Chelsea, delle quattro “big” di questa fascia, sono forse la più abbordabile ed anche la più probabile (in terza fascia ci sono anche TottenhamLiverpool). Gli screzi tra la società e mister Conte continuano a tenere banco e la rosa sembra essere ancora troppo corta per affrontare tutte le competizioni al massimo livello. Tuttavia, il talento dei vari Morata ed Hazard rimangono un pericolo per qualunque avversaria. Più che alla portata degli azzurri sono invece i portoghesi del Benfica, che il Napoli ha agilmente superato nella fase a gironi dello scorso anno. I lusitani hanno perso tre gioielli come LindelofSemedo ed Ederson, e non hanno investito per sostituirli. Da tenere d’occhio la coppia d’attacco JonasSeferovic, già a quota 7 gol alla terza giornata. Ostici ma comunque abbordabili, i francesi del Monaco. La squadra del Principato ha perso in questo mercato tre titolari, BakayokoMendySilva, ed i capricci di Mbappé (incerto del suo futuro) tengono ancora banco. Due squadre che sicuramente vorranno pescare tutti dalla prima fascia sono invece lo Shakhtar Donetsk e lo Spartak Mosca. Gli ucraini possono contare ancora su talenti come BernardFred ma non possono rappresentare un pericolo per questo Napoli. Stesso discorso per la squadra di Carrera: buoni giocatori come Promes ed Ananidze non dovrebbero essere un problema per gli azzurri, soprattutto se si vuole competere a questi livelli. Unico problema? Le rigidissime temperature di Ucraina e Russia.

Fascia 2:

BarcellonaAtletico MadridPSGBorussia DortmundSivigliaManchester CityPortoManchester United

I pericoli maggiori per il Napoli, ma non solo, arrivano proprio dalla seconda fascia del sorteggio, nella quale gli azzurri non sono riusciti ad essere presenti. A partire dal Barcellona di Lionel Messi, non più l’inarrestabile armata di due anni fa, anche se la qualità dei singoli non si discute e nessuna squadra vorrebbe incontrare l’argentino e compagni sul proprio cammino. Stesso discorso vale per l’Atletico Madrid. La corazzata del Cholo non è ai livelli di quella che sfiorò due volte la Champions, ma singoli come GriezmannCarrasco sono un pericolo per chiunque, in più il gioco difensivo e fisico dei Colchoneros potrebbe creare non poche difficoltà al possesso palla degli azzurri. Molto pericoloso sarebbe invece incrociare il Paris Saint-Germain. L’arrivo di Neymar dal Barcellona ha posto i parigini tra i più accreditati per la vittoria finale, e la cessione di Matuidi non sembra rappresentare un problema così annoso per la squadra di Emery, in più il ritorno del figliol prodigo Cavani potrebbe essere meno dolce del previsto. Squadra giovane ma comunque pericolosa è il Borussia Dortmund che, nonostante i capricci di Dembele (al momento fuori rosa) e di Aubameyang, può contare sul talento di ragazzi come PulisicDahoud, sul ritrovato Mario Götze e su un gioco molto propositivo e veloce. Estremamente affascinanti (ma non per questo poco pericolosi) potrebbero essere gli incontri con le due squadre di Manchester, il City e lo United. Il primo (che peraltro sarebbe il secondo incrocio tra il Napoli ed i Citizens, dopo la stagione 11/12) metterebbe di fronte due modi di intendere il calcio molto simili fra loro, ovvero quello di Pep Guardiola e di Maurizio Sarri. Il secondo vedrebbe invece il Napoli affrontare un maestro nella lettura della partita come José Mourinho, in un teatro del calcio come l’Old Trafford. Ma i pericoli derivanti da Agüero De Bruyne per una e Lukaku – Pogba per l’altra, con due allenatori di quel calibro, sono assolutamente da evitare. Da pescare invece Siviglia Porto: entrambe hanno buonissimi giocatori (Ben YedderCorrea per gli andalusi, AboubakarBrahimi per i lusitani) ma non sono certamente pericolose come le altre 6.

Fascia 4:

CelticCSKA MoscaSporting LisbonaApoel NicosiaFeyenoordMariborQarabagRB Lipsia

Altri problemi potrebbero arrivare anche dalla quarta fascia per il Napoli. Gli azeri del Qarabag, gli sloveni del Maribor e i ciprioti dell’Apoel sono sicuramente le squadre che tutti vorrebbero pescare dall’urna di Nyon. Più “noiosi” potrebbero essere invece gli incroci con CSKA MoscaLipsia. Il primo soprattutto per via del rigidissimo clima russo e per alcuni giocatori di talento come Dzagoev (nel suo nuovo ruolo di interno), il secondo perché i tedeschi sono riusciti a mantenere integro il gruppo che ha agguantato il secondo posto nella scorsa Bundesliga, e giocatori come KeitaForsbergWerner possono dare parecchio fastidio. Squadra “da evitare” è lo Sporting, che ha aggiunto diverse pedine d’esperienza come MathieuCoentraoDoumbia ad una rosa assolutamente valida sia per il campionato portoghese che per l’Europa. Squadre ostiche, ma non problematiche per il Napoli, sono anche Celtic Feyenoord. Rose piene di giovani talenti, ma che non possono impensierire una squadra che vuole ambire ad andare avanti in questa competizione.

Andrea Esposito