Il dibattito sui vaccini in tempi relativamente brevi è diventato il fulcro dell’antisistema, finendo per marginalizzare la questione scientifica e direzionandosi su uno scontro decisamente politico e sociale.

Ciò che ha scatenato la battaglia sui vaccini è una serie di notizie, le cosidette “bufale”, che sin dagli albori del web pervadono il mondo dell’informazione senza fonti o fondamenti veritieri ma con estrema efficacia.

“L’equipaggiamento” base del tipico NoVax è composto da una serie di cavalli di battaglia assimilati dalle “notizie” di cui sopra tra cui figura la presenza di metalli pesanti nei vaccini (mercurio in particolare), il presunto legame con l’autismo e i vari complotti di BigPharma ed altri nomi altisonanti.

Ma la scintilla che ha innescato la bomba che già in qualche modo si prefigurava è stata l’introduzione dell’obbligo per accedere a scuola. Quello che ha fatto perdere la testa a migliaia di persone sfociando in alcuni casi in manifestazioni violente.

L’ormai ultrafamoso e ultradiscusso “Decreto Vaccini”, lega in sostanza l’accesso a scuola previa presentazione della documentazione che attesta la regolare effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie, l’immunizzazione del soggetto a seguito di malattie naturali e altri attestati obbligatori.

Tutto questo ha uno scopo ben preciso ovviamente, che si fonda sulla necessità di mantenere una idonea immunità di gregge per tutta la popolazione riguardo determinate patologie e tamponare l’evidente “colpo di coda” di alcune malattie considerate debellate come il morbillo.

Ed è proprio questo il rischio principale del brusco calo delle vaccinazioni, il riportare alla luce malattie estremamente pericolose esponendo al rischio i soggetti non vaccinati, generalmente bambini in età prevaccino o adulti di età avanzata che non sono stati mai vaccinati o non hanno contratto quella specifica malattia.

Un rischio sottovalutato e in certi casi schernito, ma che prima dell’avvento dei vaccini provocava migliaia di morti l’anno in un paese come l’Italia.

Non a caso ai vaccini e ai loro “inventori”, Jenner in particolar modo col vaccino contro il vaiolo, viene riconosciuto il maggior numero di vite salvate nel corso della storia, in un testa a testa di difficile valutazione con la scoperta della Penicillina.

Ma cosa c’è dentro la temutissima “miscela” (pozione a sentire alcuni) rappresentata dai 12 vaccini resi obbligatori dal decreto?

Sostanzialmente DNA e proteine isolati da virus e altri patogeni e “trattati” in modo da mantenere le specifiche proprietà antigeniche.

L’idea è una delle più geniali della storia dell’umanità perché i vaccini stimolano il sistema immunitario a produrre i relativi anticorpi pur non venendo in contatto con la malattia vera e propria, che rappresenterebbe comunque un fattore di rischio con relativa percentuale di mortalità.

Si tratta di farmaci, con le relative controindicazioni e situazioni a rischio ma per farla breve si può morire anche con un Aulin.

Tutto ciò basterebbe a spazzare via leggende, bufale, “resistenze” e quant’altro, perché è chiaro che le case farmaceutiche guadagnerebbero di più affrontando un’epidemia, che non c’è motivo di mettere Bario, Alluminio e via dicendo nei vaccini e non c’è uno straccio di studio (vero) che ne leghi la somministrazione all’autismo.

Ma non basta e non basterà perché la mole di input indiscriminati che c’hanno bombardato in questi primi, effettivi, 15 anni di web hanno prodotto questo e non ce ne libereremo facilmente.

Allora quella “prova di forza” che consiste nel famigerato obbligo a cui qualcuno vorrebbe ribellarsi con “tutte le armi a disposizione” servirà a tutelarci e potrà essere la prova che uno Stato, seppur sgangherato, ancora esiste ed ha il dovere di proteggere indiscriminatamente i suoi cittadini.

Mauro Presciutti

4 COMMENTI

  1. Il suo libero pensiero, ingabbia e viola il libero pensiero altrui.
    Dato che lei approva codesto stato sgangherato che nulla fa per risolvere problemi veri ma che produce solo i desiderata delle lobby (trivellazioni, tav, expo, energie non rinnovabili, vaccini, ogm) non si preoccupa degli autistici e gestione del problema terapia e ricerca connesso (vera emergenza), della tbc resistente e della diffusione di pericolose malattie tropicali,
    e che pur non di fronte ad una epidemia di peste nera,
    ed in violazione di ogni libertà, se ne fotte dell libera concorrenza, della massima precauzione e propugna esattamente come propugnerebbe per interessi di lobby gli stessi unici alimenti obbligatori nelle mense scolastiche a celiaci, allergici, intolleranti, ecc. esattamente come propugna indifferenziatamente lo stesso farmaco mistura (vaccini tetra, deca, penta, o quello che sia valente, per puri scopi di arricchimento ed aumento dei margini di guadagna di alcuni, impedendo concorrenza fra produttori o scelta ponderate dei medici per vaccinazioni distanziate monodose o con vaccini di tipo diverso a danno anche della diversificazione e de miglioramento dovuto alla libera scelta (selezione naturale dei prodotti e dei farmaci).

    P.s. in alcune mense già c’è l’esclusione dei bimbi che non accettano il menu obbligatorio, in altre si è inventata la mega tassa per mangiare a mensa se non si accetta di mangiare ciò che fornisce l’appaltatore.

    A quando l’esclusione dalle scuole dei bimbi autistici, celiaci, intolleranti o allergici o vegani o mussulmani?

  2. “che non c’è motivo di mettere Bario, Alluminio e via dicendo”

    Prima i scrivere bufalate come questa perchè non legge i bugiardini dei vaccini vincitori? Dell’appalto? (che finiranno tra l’altro la fase di sperimentazione sui bimbi italiani prima di essere immessi in commercio, forse, se li accetteranno alla fine della sperimentazione, in paesi più evoluti come Svezia o Danimarca).

    Lei nega il principio base della vaccinazione, gli audiuvanti alla risposta immunitaria, e quello della preservazione di detti farmaci con sostanze antiossidanti, antibatteriche o antivirali, quando nega l’uso di queste sostanze o dello squalene, o dei sali di mercurio in presente o in passato.

    Cosa dovrebbe stimolare il sistema immunitario? Garantendone una reazione.
    Come si potrebbe conservare una simile mistura senza dei preservanti?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here