Piedibus è un nuovo progetto rivolto ai bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria per andare a scuola in maniera ecologica.

Il progetto nasce a Padova, ma è già testato in altri stati europei e velocemente si sta diffondendo in tutte le regioni italiane. Esso nasce per spronare i bambini che frequentano la scuola dell’infanzia e primaria a muoversi a piedi limitando problemi di inquinamento, traffico e obesità infantile.

Piedibus nasce proprio per limitare il traffico sempre più intenso nelle città italiane e di conseguenza l’inquinamento prodotto dalle vetture e l’obesità infantile, altro problema cruciale che sta interessando la società del XXI° secolo.

Si stima che tra i bambini delle scuole primarie (6-10 anni) il 24% sia in sovrappeso e il 12% addirittura obeso. Queste problematiche sono causate o da un’alimentazione non adeguata o da stili di vita sedentari: sono sempre più numerosi i bambini che passano ore ed ore guardando la TV o giocando al PC o tablet limitando l’attività motoria.

Grazie a  Piedibus i bambini possono andare a scuola con una sorta di autobus umano in cui ognuno indossa una pettorina ad alta visibilità ed è supervisionato dalla presenza di un adulto che mantiene l’ordine e fa muovere i minori secondo percorsi precedentemente scelti, sicuri e supervisionati dai vigili urbani. Durante il percorso ci sono fermate per far salire altri bambini e degli orari precisi da rispettare in modo da entrare a scuola prima del suono della campanella.

Piedibus è anche un momento di convivialità e svago poichè gli alunni delle scuole primarie possono dialogare, interagire tra loro e recitare filastrocche durante il percorso casa-scuola. I bambini camminando per le strade della città avranno, inoltre, modo di conoscere meglio i quartieri che attraversano sviluppando il senso di orientamento.

Insomma Piedibus è una ”medicina fisica” a costo zero che apporta benefici alla salute dei bambini eliminando la sedentarietà e allo stesso tempo evita inquinamento e caos nelle città.

Per maggiori informazioni e per sapere come entrare nel network di Piedibus è possibile consultare il sito web: www.piedibus.it.

Nicoletta Crescenzo