Lars ten Teije Vitesse titolare
Lars ten Teije Vitesse titolare

Il giovane Lars ten Teije è nato ad Apeldoorn, nella regione est dell’Olanda, nel 1998. Statura non troppo elevata, intorno al metro e settanta, il ragazzo ha iniziato la sua carriera agonistica proprio nel Vitesse. Anche se nei primi anni di carriera era arrivato l’interessamento sia dell’Ajax sia del PSV entrambe le società lo hanno scartato dopo poche sedute di allenamento.

La poca fiducia riposta nel giovane talento olandese da parte della dirigenza del PSV è stata la chiave di volta per spronare Lars ten Teije a dimostrare il suo valore. Il Vitesse è una squadra che ha avuto il pregio, negli ultimi anni, di far crescere i propri giovani in un ambiente senza troppe pressioni, in cui potessero migliorare e sviluppare al meglio le capacità che, in questo caso, erano rimaste ancora acerbe.

Risultati immagini per Lars ten TeijeLars ten Teije, dunque, ha percorso una climax ascendente che lo porterà a giocare con l’Under 19 ed a conquistarsi la fiducia del mister e della dirigenza, segnando in 26 partite 9 gol e 5 assist da ala sinistra. Tanta corsa, spinta sulla fascia e cross in mezzo all’area sono le peculiarità per cui il Vitesse si era fatto avanti per il ragazzo, anche se comunque la mancanza di attenzione difensiva in molte fasi delle partite lasciava qualche dubbio sulle potenzialità del ragazzo, che sembrava perdersi in fase di copertura.

Dopo una stagione di alti e bassi, in cui il giovane Lars ten Teije è riuscito a garantirsi anche qualche partita con la maglia da titolare, la stagione 2016/2017 lo ha visto in calo dal punto di vista fisico e mentale, anche se i numeri confermano il contrario con 29 partire 8 gol e 3 assist con l’Under 19. L’allenatore del Vitesse quest’anno è Henk Fraser, ex difensore olandese che ha militato nel Feyenoord. Riconosciuta la stoffa del talentino, Fraser ha deciso di non dargli la possibilità di giocare in prima squadra, preferendo lasciare il ragazzo in Under 19 per un altro anno, al fine di abituarlo e farlo maturare ulteriormente.

Dopo un anno di allenamenti e campi di seconda categoria olandesi, finalmente nel settembre di quest’anno è arrivato il rinnovo del contratto per Lars ten Teije: 3 anni e un posto da titolare con il Vitesse. Nell’intervista rilasciata dopo la firma del contratto, il direttore tecnico del Vitesse Mo Allach, ha dichiarato: «Lars ha sviluppato eccellenti qualità negli ultimi anni e si è meritato un contratto definitivo. Abbiamo deciso di dare una chance al ragazzo poichè pronto a giocarsi le sue carte in prima squadra»

È stato poi lo stesso giocatore a dichiarare ai microfoni di Voetbalzone: «Non vedo l’ora di avere la possibilità di giocare da titolare e dimostrare il mio valore». Tenacia e voglia di migliorarsi per il giovane olandese, che però dovrà impegnarsi per trovare la condizione mentale e fisica per sopportare un campionato molto aperto e competitivo come l’Eredivisie, soprattutto nell’anno in cui l’Ajax sembra “spento” e il Feyenoord che arranca in cerca di risultati positivi.

Il Vitesse si trova ora nella terza piazza del campionato, a 4 punti dalla vetta e con il sogno di poter proseguire il cammino in Europa League, anche se il Nizza e la Lazio hanno già rifilato tre gol a testa alla squadra di Lars ten Teije. Un posto in campionato, dunque, che deve essere blindato, con la speranza di poter vedere giocare il talento olandese sin dalla prossima partita contro l’Heracles Almelo dopo la sosta per le nazionali il 15 ottobre.

Lars ten Teije, dal canto suo, ha continuato una preparazione mirata e costante, che lo ha portato a sviluppare doti tecniche e tattiche che gli hanno permesso di poter diventare un giocatore polivalente, in grado di spaziare su tutti i fronti dell’attacco, dall’ala alla prima punta, passando per il ruolo del trequartista.

Doti di inserimento e di palleggio, di corsa e grande fiuto per il gol, finalmente Lars ten Teije è riuscito ad esordire da titolare in Eredivisie nella vittoria per 3 a 0 del suo Vitesse ai danni dell’ Excelsior Rotterdam, sperando che possa continuare su questa strada.

Niccolò Inturrisi

CONDIVIDI
Articolo precedente«Istruirsi in carcere si può: io ce l’ho fatta!»
Articolo successivoAIFA, al via un bando per la ricerca indipendente

Nasce il 26 febbraio 1995 a Firenze, dopo aver terminato gli studi liceali nel 2015 lascia l’Italia e si trasferisce con la famiglia in Olanda, ad Amsterdam. Ora continua a lavorare come magazziniere in attesa di intraprendere gli studi. Il libro che lo ha colpito più di tutti è stato “La bestia umana” di Zola. Se proprio gli chiedessero di scegliere un autore preferito, opterebbe però per Dostoevskij. Coltiva molte altre passioni, tra cui la musica, nella quale si è cimentato per qualche anno suonando chitarra elettrica e basso. Ascolta tutti i generi possibili e il suo gruppo preferito in Italia restano gli Zen Circus, anche se adora De Andrè e Lucio Dalla (ma ne potrebbe citare molti altri), ma il suo primo amore rimangono i Pink Floyd. Grazie alla famiglia si porta dietro praticamente da tutta la vita la passione per il cinema. Adora Fellini e Monicelli, ma non disdegna anche registi esteri come Lynch, Scorsese e Tarantino.