#unalberoè, la campagna di Legambiente a difesa degli alberi

Legambiente, in collaborazione con Conlegno, ha ideato la campagna social #unalberoè, in occasione della Festa dell’Albero tenutasi il 21 novembre.

Ancora una volta Legambiente ha attuato diverse iniziative per cambiare in positivo le nostre vite tra cui la sensibilizzazione mediatica e l’introduzione di nuovi concorsi ludico-pedagogici nelle scuole al fine di attuare un percorso di educazione ambientale. Attraverso le piattaforme social e l’introduzione di un progetto-concorso nelle scuole Legambiente ha cercato di sensibilizzare e diffondere l’importanza che alberi e foreste giocano nella nostra vita. I bambini e ragazzi saranno impegnati in un lavoro manuale, un disegno o una fotografia che sarà poi giudicato da una giuria di esperti.

Per ogni condivisione, tramite Facebook, Twitter o altri canali contenenti l’hashtag #unalberoè l’associazione ambientalista si impegna a donare un albero che sarà piantato in territori deturpati a causa dei frequenti roghi dolosi e non appiccati in gran parte della Penisola.

Il 2017 è stato un anno devastante: gli incendi hanno colpito ogni regione italiana bruciando centinaia di alberi e con essi anche la biodiversità che accoglievano. I dati riportati nei recenti rapporti sono drammatici. Questo è quanto riportato negli ultimi aggiornamenti di Legambiente del 30 ottobre 2017: “Nel nostro Paese sono andati in fumo ben 140.430 ettari di superfici boschive, praticamente il 293% in più rispetto alla superficie bruciata in tutto il 2016. Quest’anno le regioni italiane più colpite dagli incendi sono state la Sicilia, con 42.872 ettari distrutti dal fuoco e uno stillicidio di roghi in quasi tutte le province, la Calabria con 35.241 ettari, la Campania 19.284”

Numerose le riserve naturali sparse in Italia che sono state minacciate dai frequenti roghi tra cui il Parco del Vesuvio e il Parco della Majella, ma ciononostante l’attenzione mediatica si è spostata altrove. Queste perdite gravissime possono essere risanate, in parte, facendo acquisire ai giovani le nozioni necessarie per far capir loro il ruolo decisivo che alberi, boschi e foreste hanno nelle nostre vite.

Gli alberi sono dei filtri naturali che assorbono l’aria e hanno la capacità di restituirla purificata, ossia priva di anidride carbonica. Distruggere alberi e foreste vuol dire privare il mondo di ossigeno e non solo dato che essi sono essenziali per evitare il dissesto idrogeologico che negli ultimi mesi ha devastato il nostro territorio. Alcuni medicinali che vengono utilizzati per malattie gravi sono stati estratti dagli alberi: un esempio è la Rosa Pervinca da cui vengono estratte le sostanze utilizzate per trattare il linfoma di Hodgkin e la leucemia infantile. Abbiamo, quindi, il dovere di restituire un mondo non compromesso ai nostri posteri rispettando la natura che da sempre è stata alla base dei nostri processi evolutivi.

Nicoletta Crescenzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here