Dopo 14 sconfitte consecutive, è finalmente arrivato il primo storico punto del Benevento in Serie A. Col pareggio per 2-2 contro il Milan, i giallorossi hanno sfatato un vero e proprio tabù, nel modo più surreale possibile: è stato Brignoli, estremo difensore dei Beneventani, a deviare in rete di testa un calcio di punizione battuto dal limite dell’area di rigore da Cataldi e a far esplodere il “Ciro Vigorito”. Il ragazzone, nato a Trescore Balneario nell’agosto del 1991, è entrato di diritto nella storia del club sannita. Il destino ci ha messo del suo: come dichiarato nell’intervista post-partita Brignoli, ad inizio stagione secondo di Cragno ma poi promosso titolare, era indeciso se spingersi o meno in area avversaria su quell’ultimo calcio piazzato. Più di un compagno dalla panchina lo ha invitato ad andare in area di rigore: Brignoli ha chiuso gli occhi, si è tuffato come se stesse compiendo una parata salva-risultato all’ultimo secondo e con una zuccata vincente ha trasformato in favola quello che sembrava essere l’ennesimo pomeriggio da incubo per le streghe.

Ma quali sono gli altri portieri che nella storia del calcio hanno emulato l’impresa eroica di Brignoli? Eccezion fatta per i vari Rogerio Ceni, Butt e Chilavert (rispettivamente 129, 36 e 62 reti), specialisti dei calci piazzati ed habituè del gol, ecco una carrellata italiana e straniera delle più importanti reti messe a segno dagli estremi difensori negli ultimi minuti di gioco: 

 

Cronologicamente l’ultimo goal di un portiere nella storia della Serie A era fino a ieri quello di Massimo Taibi, siglato nell’aprile del 2001 nella gara tra Reggina ed Udinese. Taibi, arrivato in Calabria a gennaio in prestito dal Manchester United, si portò in area avversaria all’88esimo minuto di gioco, con la sua squadra sotto per 1-0. La sua rapidità nell’inserirsi sul primo palo ed il suo preciso colpo di testa valsero un punto d’oro per la sua Reggina.

La rete di Taibi era arrivata esattamente 9 anni dopo quella storica di Michelangelo Rampulla, ai tempi in forza alla Cremonese, che segnò di testa il goal del pareggio contro l’Atalanta. Rampulla fu il primo portiere a realizzare un goal su azione nel campionato di Serie A.

Prima di Rampulla, soltanto Lucidio Sentimenti Antonio Rigamonti erano riusciti in questa incredibile impresa, facendolo però su calcio di rigore. Il primo segnò dagli 11 metri in uno Juventus-Napoli del 1942, mentre il secondo spiazzò il collega dal dischetto in un Como-Verona della stagione 1976-1977.

 

Pur non essendo mai stato assegnatogli ufficialmente, Francesco Toldo contribuì in maniera decisiva al goal del pareggio nel “Derby d’Italia” contro la Juventus nella stagione 2002-2003; sul calcio d’angolo battuto da Emre, Toldo deviò involontariamente con la coscia destra una respinta sbagliata di Buffon. La sfera prima di entrare in rete carambolò involontariamente anche sul corpo di Bobo Vieri a cui fu assegnato, secondo referto, il goal.

 

L’ultimo portiere italiano a siglare un goal era stato Marco Amelia nel 2006. Il portiere, fresco Campione del Mondo, segnò al di fuori dei confini nazionali, nell’ultima giornata della fase a gironi dell’allora Coppa Uefa: l’1-1 conquistato sul campo del Partizan Belgrado permise ai toscani del Livorno di superare in classifica l’Auxerre e di qualificarsi per i sedicesimi di finale della competizione.

 

In Inghilterra uno dei goal più importanti mai messi a segno da un portiere fu quello di Jimmy Glass nel 1999: Glass, in prestito dallo Swindon Town al Carlisle United, giocò soltanto 3 partite in quella stagione. Nello spareggio contro il Plymouth Argyle, il numero 1 segnò un goal importantissimo negli ultimi secondi di gara, consentendo alla propria squadra di salvarsi e condannando gli avversari alla retrocessione dalla League Two alla National Division.

 

Anche Peter Schmeichel può vantare nella sua lunga e gloriosa carriera un goal di testa all’ultimo minuto nell’incontro di Coppa Uefa del 1995 del suo Manchester United contro il Rotor Volgograd; la rete del danese fu però presto dimenticata, visto che si rivelò inutile ai fini della qualificazione: i russi infatti passarono il turno grazie alla regola dei goal segnati in trasferta.

 

Più recente (febbraio 2015) è la rete con la quale il portiere svizzero Marwin Hitz regalò il pareggio al suo Augsburg al 93esimo contro il Bayer Leverkusen.

 

Anche in Francia esistono portieri che compiono imprese come quella di Brignoli all’ultimo minuto di gioco: è il caso di Ali Ahamada, francese naturalizzato comoriano, che in un Tolosa-Stade Rennais di qualche anno fa regalò il pari alla sua squadra grazie ad una bellissima acrobazia di testa.

 

Chiudiamo questa speciale classifica con due tra le più spettacolari reti mai messe a segno da un portiere:

Il gioiello di tacco di Martin Hansen, estremo difensore dell’Ado Den Haag, valse un prezioso ed incredibile 2-2 in rimonta a tempo ormai scaduto contro la corazzata Psv Eindhoven.

 

 

Il primo posto spetta di diritto ad un tale Tolo Barcelò, numero 1 dell’Alcudia, che nel derby contro il Maiorca B, durante il campionato di Tercera Division spagnola nel 2013, siglò l’1-1 con un’incredibile gol in rovesciata.

 

Fonte immagine in evidenza: calcioefinanza.it

 

 

Ugo D’Andrea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here