BFree, l'app che favorisce il turismo accessibile a tutti

Il turismo nel corso degli anni è diventato un bisogno sociale primario. Esso non rappresenta soltanto una risorsa per il territorio, ma è anche uno strumento di conoscenza e crescita personale. Per questi motivi il turismo deve essere un’opportunità per tutti.

Per rendere il turismo accessibile a tutti Global Accessibility con il supporto di DAS e della onlus Abiliatour ha creato BFree, un’applicazione che aiuta i cittadini che, a causa di disabilità fisica, sono costretti ad utilizzare carrozzine elettriche o manuali per spostarsi.

Spesso e volentieri, purtroppo, capita di incontrare ostacoli e barriere architettoniche che impediscono di muoversi per la città e di visitare alcuni luoghi e mete turistiche. L’app in questione fornisce alle persone disabili delle soluzioni utili e dei percorsi per spostarsi in piena libertà in alcune località turistiche italiane tra cui Ancona, Lugano, Rimini, Roma, Siena e Verona.

Facendo alcuni esempi concreti visitare una chiesa o un edificio storico che presenta rampe di scale può essere un problema per chi è costretto a spostarsi in carrozzina. Anche la natura aperta può rappresentare un ostacolo se presenta terreni instabili e sdrucciolevoli. Grazie a BFree queste barriere possono essere abbattute e qualsiasi zona può essere accessibile a tutti.

Con l’ausilio di questa applicazione è possibile, infatti, programmare un viaggio ad hoc consultando tra la lista di destinazioni disponibili e godersi una meritata vacanza in pieno relax con amici e parenti.

Al momento l’app è disponibile solo per chi utilizza lo store android e in versione demo. Il team che ha dato via al progetto sta lavorando per sviluppare una versione definitiva facilmente scaricabile sul proprio smartphone con nuovi servizi e una lista più ampia di itinerari.

Ancora una volta la tecnologia ha fornito un supporto valido per alleggerire la vita e garantire una gita o una vacanza in piena autonomia a chi, per propria sfortuna personale, ha difficoltà di mobilità.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.