Pronostici Oscar 2020
Alcuni dei candidati Oscar 2020

Manca meno di una settimana alla notte degli Academy Awards, ed è il momento di fare i pronostici per questi Oscar 2020. Regia, Attori, premi tecnici: tutte nomination forti quelle che si contenderanno i premi Oscar di quest’anno.

Lo immaginiamo sul palco, il sorriso timido e la faccia dura, che per questa volta non si deformerà in quella folle e spietata del Joker. Un Joker la cui interpretazione l’abbiamo ancora negli occhi, formidabile, svuotante. Una prova che non ha fatto rivoltare nella tomba Heath Ledger, né creato scompensi a quel mattacchione di Jack Nicholson. Non era facile, ma nemmeno difficile soprattutto conoscendo le doti e il talento di Joaquin Phoenix.

Probabilmente sarà lui a trionfare agli Oscar per come miglior attore. È il favorito, dopo i successi ai Golden Globe e ai SAG Award. In queste occasioni, d’altronde, non si premia davvero il miglior attore, ma il grande attore che ha fatto una grande interpretazione durante l’anno. La storia insegna.
I premi, infatti, hanno a che fare con il prestigio, il tempismo. Così come avviene per il Pallone d’Oro e le altre premiazioni più popolari dello showbiz. E Per quanto concerne le nomination a miglior attore degli Oscar di quest’anno, Leonardo Di Caprio è stato messo a posto due anni fa; Adam Driver è ancora giovane e si rifarà; Jonathan Pryce non ci crede nemmeno lui; Antonio Banderas dovrebbe soccombere per fattori campanilistici se quelli recitativi non dovessero bastare (e bastano). Dunque, rimane solo la fu Commodo de Il Gladiatore.

Pronostici Oscar 2020

Nomination Oscar 2020: tanti favoriti e pochi outsider

Quest’annata degli Academy Awards, comunque presenta fior fior di candidature in ogni categoria. E fare pronostici per questi Oscar 2020 è davvero ostico. Pensiamo alle candidature per “Il miglior film”, ovvero il premio simbolicamente più ambito.
Vincerà il Joker? Certo, il film di Phoenix è stato apprezzato anche dagli algidi critici incravattati. Quelli che quando pronunciavano la parola cinecomic lasciavano fra le labbra una smorfia dispregiativa. Ma quando in lizza ci sono titoli come Parasite, C’era Una volta a Hollywood, Jojo Rabbit e 1917, la storia è ancora tutta da scrivere. Quelli appena citati sono tutti film in grado di piacere, con virtuosismi da premio. Non verranno premiati tuti, chiaro. Ma essere in questa rosa, e non sfigurare, è già di per sé una grande vittoria.

nomination oscar 2020
Scarlett Johansson in Jojo Rabbit

Non meno semplice sembra il destino nelle categorie per miglior attrice e miglior attrice non protagonista. Scarlett Johansson è in lizza per entrambi gli allori, rispettivamente per la sua interpretazione per Storia di un Matrimonio e Jojo Rabbit. Vediamo molto più probabile la seconda, sia per la prova, quanto per la concorrenza nelle due categorie (per “attrice protagonista” la Vedova Nera dovrà vedersela con Charlize Theron, Renee Zellweger, Saorsie Ronan e Cynthia Erivo).

Candidature Oscar 2020: mostri sacri a confronto

Sembra invece di sfogliare un glorioso album del passato scorrendo le nomination agli Oscar 2020 per il miglior attore non protagonista. Un premio che saprà di Oscar alla carriera visto che nella stessa categoria troviamo Joe Pesci, Brad Pitt, Al Pacino, Anthony Hopkins e Tom Hanks. Comunque andrà, a fine serata qualcuno avrà l’orgoglio ferito. Sono pur sempre divi del grande schermo e rimanere inchiodati su quella poltrona ad applaudire le performance degli altri ha sempre il sapore dello smacco. Dell’oltraggio.
Per quest’anno Tifiamo per Pitt, supponiamo Pesci, osteggiamo Tom Hanks.

Pronostici Oscar 2020

Il premio come miglior regia bilancerà la delusione delle candidature rimaste tali per il miglior film. È il premio consolazione, che scommettiamo che andrà al film considerato meno accessibile, più artigianale. In questo senso, la direzione di Sam Mendes sembra la scelta più sensata.
Per quanto riguarda la miglior sceneggiatura originale, probabilmente sarà un discorso a due fra Parasite e Knives Out – Cena con Delitto. Geniale la prima, di grande impatto la seconda.
Il premio è per il miglior film internazionale è forse quello più dipendente dagli altri premi. Se Parasite, infatti, non dovesse trionfare nella categoria omnia di “miglior film”, probabilmente strapperà questo riconoscimento.

Pronostici Oscar 2020: chi si aggiudicherà i premi tecnici?

I pronostici per gli Oscar 2020 diventano ancora più difficili quando si passa alla valutazione del comparto tecnico. In questo caso, infatti, ci sentiamo di dare una previsione solo per le gli effetti speciali e per la migliore colonna sonora.
Per quanto riguarda gli effetti speciali, è sempre più difficile impressionare il pubblico, dato che la tecnologia ha letteralmente assuefatto l’immaginazione. Ormai nulla più è in grado di stimolare il senso di meraviglia una volta raggiunto lo zenit dello sviluppo visivo. Quindi sì, bella la messinscena interamente in CGI di Avengers: Endgame, altrettanto sorprendente l’effetto ringiovanimento sui protagonisti di The Irishman, impressionanti gli animali del live action de Il Re Leone, sempre affascinante lo spazio sterminato di Star Wars. Ma della rosa, l’unico che forse riesce ancora a sorprendere, è 1917. Perché gli effetti speciali di Mendes – a differenza dei concorrenti – sono una sintesi di ingegno, illusione e computer grafica. Singulto di un cinema che resiste, raffinato, non totalmente piegato alle logiche della computerizzazione.
Per quanto riguarda la colonna sonora, diamo quasi per certa la vittoria del Joker. Una scelta di tracce e di musiche che ha saputo accompagnare magistralmente la pellicola donandole uno stile unico. Quello di una favola nichilista, oppressiva, surreale, il cui eco si sentirà anche a distanza siderale nel tempo.

Insomma, i pronostici degli Oscar 2020 non sono mai stati così difficili. Pochi outsider, ma tanti favoriti. D’altro canto è facile distinguere il buon cinema dal cattivo cinema. Ma quando si è chiamati a scegliere fra tanta qualità – e nelle candidature di quest’anno agli Oscar ce n’è molta – si cade nel campo delle opinioni. E di quelle, ognuno ha la sua.

Enrico Ciccarelli

1 commento

  1. 1917 e un bellissimo grande il regista di Sam Mendes per aver diretto questo film. Però io personalmente preferisco che Avengers:EndGame merita un ultima chance di vittoria per i Migliori Effetti speciale che gli altri perché questo è il culmine dei Marvel Studios che ci ha fatto emozionare e amare, quindi dai ragazzi diamolo una chance che questo film merita di vincere un Oscar. (Avengers Assemble)

    Dopotutto la fine è parte del viaggio.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here