Posizionamento sui motori di ricerca

Ritenere internet un mercato secondario o privo di interesse è l’errore strategico più grande che si possa fare oggi. Internet è di fatto un media globale veramente a livello planetario, con una diffusione capillare e dei volumi di traffico eccezionali.

Queste caratteristiche sono solo una parte del mosaico di vantaggi offerti da questo strumento: infatti, possiamo profilare con precisione i potenziali clienti, scegliere la zona di riferimento e selezionare l’area tematica di interesse del pubblico. Inoltre, attraverso i motori di ricerca, possiamo addirittura intercettare direttamente la domanda di prodotti o servizi (su Google ci sono diversi milioni di ricerche di prodotti o servizi giornaliere), vantaggio che nessun altro media può offrire.

A questo punto diventa fondamentale esserci, perché solo se sei visibile puoi approfittare di questa enorme opportunità. Per ottenere l’agognata visibilità ci sono fondamentalmente due strade. La prima, più facile in apparenza, è affidarsi a piattaforme messe a disposizione dai motori di ricerca per il posizionamento di annunci a pagamento. Questo metodo permette il posizionamento in tempi rapidi, le campagne possono essere fatte anche autonomamente ma a pagamento. Il consiglio che è possibile dare è quello di affidarsi comunque ad un esperto, il quale porta generalmente dei benefici superiori ai costi maggiori generati.

La seconda strada è perseguire un posizionamento organico sui motori di ricerca. Questo metodo, più conosciuto come SEO, permette il posizionamento senza il pagamento di nessuna quota ai motori di ricerca. Il rovescio della medaglia è che il posizionamento avviene con dei tempi decisamente superiori e richiede la presenza di un consulente qualificato che segua tutto il percorso progettuale e applicativo. Ciò si traduce in costi di consulenza più alti, che però sono ampiamente compensati dalla redditività del metodo. Nel medio periodo il posizionamento organico sui motori si dimostra già più conveniente rispetto agli annunci a pagamento.

L’ultima cosa importantissima da dire è che se confrontiamo i costi dei due metodi sopra descritti, sia in termini assoluti che proporzionali alla resa, con qualsiasi altra forma di pubblicità ci rendiamo conto che gli investimenti richiesti su internet sono abbondantemente inferiori.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here