Quando la serie anime Holly e Benji presentava il duo dei fratelli Derrick era il 1983 (il manga “Capitan Tsubasa” uscì nel 1981). Quando nel Manchester United esordivano i gemelli Pereira da Silva era il 2008. I primi due erano dei Jolly, centrocampisti o attaccanti della Nazionale giapponese. I secondi, Rafael e Fabio, sono terzini, rispettivamente destro e sinistro. Un sogno per due gemelli essere contemporaneamente impiegati sullo stesso campo, nella stessa squadra, in ruoli tra loro complementari. Il raggiungimento di un progetto fatale studiato nei minimi dettagli e posto in essere dall’allora manager dello United, Sir. Alex Ferguson.

I due Brasiliani, classe ’90, vennero prelevati in “bundle” dal Fluminense nel 2008 per essere portati alla corte dello United. Aspettative altissime da parte di una squadra che veniva dalla vittoria della Champions League nei confronti dei due ragazzetti di diciotto anni. Alla fine Rafael ha avuto più fortuna, tanto che venne convocato per la spedizione giapponese per giocare la Coppa del Mondo per Club nel 2008. Venne impiegato di più rispetto al fratello: 171 presenze totali in sette stagioni al netto delle 53 in quattro e mezzo di Fabio. Quest’ultimo, sulla base di un ragionamento di utilità verso la squadra, venne ceduto in prestito nel 2012 e definitivamente nel 2014. Da lì un continuo peregrinare per il Regno Unito, prima al Cardiff e ora al Middlesborough, dove sembra aver trovato maggiore continuità. Rafael, invece, venne impiegato con discreta continuità per altri anni, sfruttando una minore concorrenza sulla sua fascia di competenza: Fabio, infatti, più di tutti soffrì la presenza di un gigante come Evra, difficile – se non impossibile – da schiodare dalla lista dei titolari. Questo, almeno, fino al 2015, quando lo stesso Rafael venne ceduto al Lione, dove è tutt’ora in forze e dove anch’egli sta trovando, come il fratello, maggiore continuità.

 

Vincenzo Marotta

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui