Dalle previsioni, lo sciopero di domani indetto da CGIL e UIL si rivelerà molto più caotico di ciò che sembra, e già non sembra poco. Infatti, in tutta Italia sono state indette un totale di 54 manifestazioni: 10 a carattere regionale, 39 a livello provinciale, e 5 interprovinciale. Riguardo alla decisione del Governo di precettare i ferrovieri, la segretaria della CGIL Camusso ha così commentato:

«si rispetterà la precettazione per tutelare i singoli lavoratori. Tuttavia questo rimane un atto gravissimo e un intervento a gamba tesa contro lo sciopero proclamato oltre un mese fa».

Andiamo, però a guardare cosa dovremo aspettarci domani nelle piazze e se converrà prendere la macchina o il treno per andare a lavoro:

Cortei: Le due città chiave della manifestazione saranno: Torino, dove i manifestanti partiranno da Piazza Vittorio per arrivare in Piazza San Carlo, dove è previsto l’intervento di Susanna Camusso, e Roma dove il corteo partirà da Piazza dell’Esquilino alle 9.00 e arriverà in Piazza SS. Apostoli dove sarà presente il leader Uil, Carmelo Barbaglio.
Oltre queste due città “principali”, i lavoratori si riverseranno anche a Milano dove un corteo si snoderà, a partire dalle 9.30, da Porta Venezia a Piazza Duomo, a Brescia, ritrovo alle 9,30 in piazza Garibaldi per arrivare in piazza della Loggia, partecipano anche i lavoratori di Mantova, Cremona e Valcamonica.
A Genova, invece, sono in programma due cortei, uno partirà da Ponente, l’altro dal centro città; a Bari sono quattro i cortei in programma alle 8,30 da sei diversi punti di concentramento, si snoderanno per le vie cittadine per confluire alla fine in Piazza Libertà.
Corteo anche a Napoli, alle ore 9,30 i manifestanti si ritroveranno in piazza Mancini per raggiungere piazza Matteotti.

Mezzi Pubblici: Sono previsti molti problemi, circa i trasporti pubblici.
A Roma, dalle 9 alle 17, sarà a rischio l’intera rete di trasporto Atac, in particolare le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civita-Viterbo.
A Torino lo stop dei mezzi pubblici è dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 20. A Milano l’agitazione è in programma dalle 19,00 a fine servizio sull’intera rete.
A Bologna bus fermi dalle 8,30 alle 16,30.
A Napoli invece la Sita si fermerà dalle 9 alle 17 per otto ore, mentre i mezzi Eav saranno fermi per tutta la giornata.
Verranno garantite alcune fasce di circolazione, per assicurare i servizi minimi e le fasce di orario protette.
In Toscana lo sciopero sarà di otto ore: Ataf dalle ore 15.15 alle ore 23.15; Li-nea-gest dalle ore 9.30 alle ore 17.00.
Non aderiscono i lavoratori del trasporto pubblico locale di Firenze e provincia a causa dello sciopero già proclamato in precedenza per il 5 dicembre da altri sindacati.

Ferrovie: Considerato «il fondato pericolo di un pregiudizio grave e imminente ai diritti della persona costituzionalmente tutelati» per gli utenti del trasporto ferroviario, «il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha emanato un’ordinanza di precettazione per i dipendenti del suddetto servizio».

È quanto si legge in una nota del ministero dei Trasporti, che considerando «anche la segnalazione dell’Autorità di garanzia per gli scioperi e valutata la situazione che verrebbe a crearsi con lo sciopero generale indetto per il prossimo 12 dicembre» ha deciso, come avrete letto, di precettare i ferrovieri: obbligandoli quindi, a presentarsi a lavoro.

Autostrada: Autostrade per l’Italia informa che domani potrebbero verificarsi disagi per lo sciopero nazionale.
La società aggiunge che saranno garantiti i servizi di assistenza e il funzionamento degli impianti per il pagamento del pedaggio che è dovuto per legge.Per qualsiasi informazione sulle condizioni di viabilità è attivo il numero verde 840.04.21.21.

Aereoporti: La Sea comunica che a causa dello sciopero nazionale generale, che interesserà anche il comparto aereo, domani dalle ore 10 alle ore 18, i voli programmati negli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate potranno subire ritardi o cancellazioni.
Al fine di evitare disagi ai passeggeri, Sea «invita a contattare la propria compagnia aerea per verificare l’operatività del volo
. Sea fornirà informazioni sull’operatività degli aeroporti in tempo reale sul proprio canale twitter e sui siti degli aeroporti www.milanomalpensa-airport.com e www.milanolinate-airport.com. A disposizione dei passeggeri anche il call center Sea allo 02.232323.

Federico Rossi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.