Home Varie Fantabreak: forza e onore! I bonus sono aria e polvere

Fantabreak: forza e onore! I bonus sono aria e polvere

903
dipendenza

Salve a tutti cari amici di Fantabreak, in questa puntata vi parliamo di quando l’amore per la propria squadra porta ad immolarsi per la causa.

Questo è il caso di Alessandro Florenzi, che nato da esterno alto di centrocampo ha dovuto retrocedere la propria posizione di gioco, ritrovandosi terzino, causa una clausola contrattuale favorevole al conto in banca del terzino titolare, cioè Maicon, che collezionando un tot di partite riceverebbe un premio monetario a fine stagione. Ciò ha obbligato la società a convincere García prima e Spalletti poi a rimuovere il brasiliano dalla formazione titolare, ma chi avviò questo progetto fu l’esonerato allenatore francese, costringendo il capitolino a far calare in primis la mediavoto e poi ridurre i bonus, del romano de Roma, causa anche i saltuari malus collezionati nella stagione in corso.

florenzi gladiatore provatoInfatti, l’Alessandro capitolino ormai gode di una mediavoto sufficiente, pelo pelo, mentre la fantamedia è leggermente superiore grazie ad i cinque gol realizzati ed ai due assist, collezionati nelle sue partite da esterno alto,quando ancora doveva essere costretto a sacrificarsi, fantacalcisticamente, per la patria, infatti dopo la sua retrocessione di zona di campo latita in area bonus ed a volte risponde presente nella casella malus. Infatti, nel monday night contro il Bologna, si ritrova spesso, se non sempre, a dover limitare nella fase offensiva causa la spinta del tandem di fascia felsinea Rizzo-Masina. Le rare volte che gioca palla lo fa sempre in maniera frettolosa, quindi poco ragionata, sbaglia quasi sempre gli inserimenti e nel forcing offensivo finale alla ricerca del gol vittoria è troppo impreciso, basti pensare ad un suo cross dalla trequarti sbagliatissimo post-corner Roma, che vanifica una probabile occasione gol. Ma fortunatamente quando è nella giornata positiva, per esempio il derby di domenica 03 Aprile, soprattutto nei momenti di apoteosi giallorossa, si rivede in zona bonus, infatti realizza il gol della sicurezza dopo aver indossato la fascia di capitano. Consacrandolo definitivamente, scalzando quasi Daniele De Rossi del soprannome di Capitan Futuro. Ormai il caparbio Alessandro è quasi paragonabile ad un gladiatore, così come mostrato nell’immancabile vignetta di Savio. Buon Fantabreak a tutti! Appuntamento a sabato per la quattordicesima di ritorno.

Eugenio Fiorentino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui