Confezioni monodose

Tutti sappiamo bene cosa sia una confezione monodose e molti sicuramente ne hanno usata più di una. Che si tratti di una bustina con un cosmetico o di una minuscola confezione di caramelle la questione di base non cambia. Negli ultimi tempi però è possibile reperire in commercio confezioni monodose praticamente di qualsiasi prodotto. Questa soluzione si è infatti rivelata particolarmente utile, sia per la conservazione dei prodotti che vanno consumati freschi, o comunque entro un ridotto periodo di tempo, sia per mantenere l’igiene.

Confezioni per alimenti

Una particolare tipologia delle confezioni monodose è quella degli alimenti. Infatti le bustine monodose per prodotti alimentari devono presentare caratteristiche che evitino la contaminazione del prodotto che contengono, oltre che garantire di non rilasciare nel contenuto nulla di nocivo per la salute. Non solo, vari alimenti devono rimanere al riparo dalla luce, dall’aria, dalle alte temperature. Questo porta ovviamente a dover produrre bustine monodose di vari materiali: dalla carta fino al polietilene o ai materiali accoppiati, che offrono maggiore versatilità

Confezioni per cosmetici

Anche molti cosmetici sono oggi disponibili in versione monodose. In alcuni casi è il formato scelto da vari alberghi per offrire prodotti per l’igiene e la cura della pelle ai propri clienti; sempre più spesso però sono proprio le aziende che producono cosmetici a preferire questo tipo di confezioni. Perché creme, gel e detergenti si possono ossidare al contatto con l’aria, venderli in confezioni monodose permette quindi di evitare di inserire nella formulazione eccessive quantità di conservanti: la bustina si apre e si utilizza tutta, cosa che evita ovviamente l’ossidazione prematura del prodotto rimanente. 

La praticità

Le confezioni a dose singola sono perfette per porzionare alcuni prodotti, consentono infatti di avere subito a disposizione la giusta quantità da utilizzare. Che si tratti di una bustina di zucchero o di un mini flacone di shampoo la situazione è comunque la stessa: l’idea è quella che una volta aperta la confezione sia terminata subito. Per altro le dimensioni minime delle confezioni monodose ne permettono il trasporto in qualsiasi situazione. Si pensi a chi si porta un’insalata in ufficio e non ha a disposizione nulla per condirla; lo stesso dicasi per coloro che praticano sport, che con le bustine monodose hanno sempre tutto ciò che serve per la doccia post allenamento.

L’igiene

Il problema dell’igiene è da sempre molto importante; e proprio a causa della pandemia da coronavirus, tale questione è ancora più sentita. Le ricerche hanno infatti dimostrato che le situazioni di prossimità hanno portato a una veloce diffusione del virus, anche in mense, palestre o ristoranti. Condividere il barattolo dello zucchero o la bottiglia dell’olio è un perfetto veicolo per virus e batteri, anche perché in varie situazioni è impossibile igienizzare e disinfettare questi contenitori al passaggio da un tavolo all’altro, da un cliente all’altro. Per questo sempre più spesso si utilizzano confezioni monodose. Si ha così la possibilità di offrire comunque ai propri clienti qualsiasi cosa di cui possono avere bisogno, mantenendo però la massima igiene in ogni situazione.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui