Checché se ne dica o pensi, i fatti parlano chiaro: il calcio italiano gode, attualmente, di ottima salute! Se ne convincano anche i più scettici.

A livello nazionale, infatti, gli azzurri di Antonio Conte hanno collezionato, in sei gare, cinque vittorie ed un pareggio. Per quel che riguarda i club, invece, le sei italiane di Serie A impegnate nelle coppe europee, sono ancora, inaspettatamente, tutte in gara, come accaduto soltanto per i più blasonati club di Spagna, Inghilterra e Germania.

L’unica difficoltà legata al calcio nostrano, riguarda, al presente, la non florida situazione finanziaria, che ha costretto le società a fare economia e a rinunciare ai nomi stellari che un tempo gravitavano nel nostro calcio.

Al giorno d’oggi, ad esempio, nessuna società di Serie A sarebbe in grado di sborsare i 55 mln di euro che portarono, nell’estate del 2000, Hernan Crespo dal Parma alla Lazio. L’acquisto più dispendioso affrontato in questa stagione è stato quello di Iturbe, costato alla Roma 28 mln.

Conti societari in rosso e festeggiamenti europei a parte, oggi pomeriggio, sabato 13 dicembre, riprende la Serie A, al quindicesimo turno.

SERIE A, ANTICIPO ORE 18:00

Si inizia dal Barbera, in cui si gioca Palermo- Sassuolo, con direzione del sig. Maresca. Si affrontano, per la prima volta in assoluto, due tra le più sorprendenti e convincenti formazioni di questa stagione, attualmente a metà classifica: decima posizione per gli emiliani, undicesima per i siciliani, a 19 e 18 punti. Definirla sfida salvezza, appare, stando così le cose, un po’ limitato: le squadre in corsa per l’Europa sono sicuramente tante e non si sa quali possano essere le reali ambizioni di queste due formazioni. In fondo, anche su Genoa e Sampdoria, non ci avrebbe scommesso nessuno, ma questa Serie A ci sta insegnando che sognare non è poi così proibito.

I padroni di casa, guidati da Iachini,  ritrovano uomini importanti come Barreto, a centrocampo, e Vazquez in attacco, che affiancherà Dybala. Panchina, quindi, per Belotti. Confermato il 3-5-2.

I nero-verdi di Di Francesco, galvanizzati dal complicato pareggio nella trasferta contro la Roma, dovranno fare a meno degli squalificati Peluso e Vrsaljko sugli esterni e Berardi tra i tre di attacco. A sostituirli, nel 4-3- 3, vi saranno Gazzola e Longhi tra i quattro di difesa e Floro Flores tra i tre d’attacco, accanto a Zaza, fresco di doppietta, e Sansone.

SERIE A, ANTICIPO ORE 20:45

Chiude questo sabato Lazio-Atalanta, all’Olimpico di Roma. Fischietto della gara sarà il sig. Rocchi.

Sesto posto per i laziali, quattordicesimo per i bergamaschi, a 23 e 14 punti. I padroni d casa puntano all’Europa, gli ospiti alla salvezza.

Tanti assenti tra i laziali di Pioli: Ciani e Braafheid in difesa, Biglia e Parolo, squalificato, a centrocampo, Candreva in attacco. Per la difesa, Radu in forte dubbio.  Nel 4-3-3, per il centrocampo, spazio ad Onazi e Ledesma. Tra i tre di attacco, Djordjevic favorito su Klose. Lo affiancheranno Anderson e Mauri.

Colantuono risponde con un 4-4-1-1. Indisponibili, in difesa, Raimondi e Zappacosta; a centrocampo, fuori Estigarribia. Possibile panchina per Denis, sostituito, come punta unica, da Bianchi, ex della gara. Alle sue spalle Moralez.

Roberto Guardi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui