Una delle infiammazioni che possono interessare la pelle è la dermatite da sudore, che si caratterizza per il manifestarsi di una eruzione pruriginosa improvvisa e veloce. A scatenare il problema è, appunto, l’azione irritante che il sudore svolge nei confronti della pelle. Proprio questo è il motivo per il quale la dermatite da sudore compare in modo particolare durante i mesi estivi, e cioè quando si suda di più. La schiena e l’inguine sono due delle parti del corpo più colpite, insieme con il torace, la zona addominale e l’incavo delle ascelle. In linea di massima l’eruzione cutanea che contraddistingue una dermatite da sudore si risolve da sola; a volte, però, il dermatologo può suggerire il ricorso a farmaci antistaminici, da assumere per bocca, o a creme a base di cortisone. I sintomi, comunque, possono essere attenuati da alcuni rimedi naturali.

La sudorazione

La sudorazione è il sistema attraverso il quale il corpo umano cerca di compensare l’acquisizione e la perdita di calore: è, dunque, un metodo di regolazione della temperatura del corpo. Così, con l’incremento della traspirazione è possibile controllare la temperatura, fermo restando che sono numerosi gli aspetti in grado di condizionare la quantità di sudore che si produce: per esempio un esercizio fisico molto intenso, ma anche una situazione di tensione emotiva, lo stress o la febbre. Alcuni farmaci, poi, possono avere come effetto collaterale un aumento della sudorazione: è il caso, per esempio, dei medicinali che contengono ormoni tiroidei e della morfina, oltre che degli antipiretici.

Le caratteristiche della dermatite da sudore

Nel momento in cui la traspirazione risulta eccessiva, la pelle si infiamma: è così che si palesa la dermatite da sudore. Si tratta di un tipo di disturbo che comporta la comparsa di un prurito molto intenso associato a un eritema cutaneo e alla sensazione di calore molto forte. Nei casi più gravi non si esclude la formazione di piccole vesciche. Se la cute è molto sensibile, la situazione si fa più grave, e lo stesso avviene quando il clima è molto umido o caldo. Gli episodi di dermatite da sudore hanno una durata variabile, ma in genere non superiore a un’ora; dopodiché iniziano a regredire in maniera graduale per poi sparire del tutto.

I fattori di rischio

La predisposizione alla dermatite da sudore è correlata a una traspirazione intensa quando si fa sport e all’umidità. I soggetti che soffrono già di dermatite atopica sono più esposti a questo ulteriore disturbo. Ci sono, comunque, ulteriori fattori che contribuiscono ad aggravare l’infiammazione, come per esempio la febbre, le saune, le docce calde e l’esercizio fisico. Questo tipo di dermatite fa parte della categoria delle orticarie colinergiche, e scaturisce da un’iperattività cutanea che è frutto di un esagerato rilascio di acetilcolina. Le crisi pruriginose, come si è visto, si manifestano nelle parti del corpo in cui si suda in misura maggiore.

I sintomi

Anche il consumo di alimenti particolarmente speziati o piccanti può favorire la dermatite da sudore, e lo stesso dicasi per le situazioni di stress emotivo. L’intensità del problema è variabile, ma nella maggior parte dei casi le crisi pruriginose non durano più di qualche minuto. Oltre al prurito intenso, altri sintomi prodromici delle eruzioni cutanee sono la sensazione di calore, di pizzicore o di bruciore e il formicolio. Possono comparire, inoltre, delle chiazze di colore rossastro non molto diverse da quelle che si formano in presenza di eritemi solari. Ancora, possono insorgere pomfi in rilievo sulla pelle, e a volte nasce un vero e proprio edema, di dimensioni variabili.

Come rimediare alla dermatite da sudore

Per contrastare gli effetti della dermatite da sudore vale la pena di utilizzare la linea di prodotti detergenti MoliCare Skin, che aiutano a detergere la pelle in profondità e svolgono un’azione emolliente e al tempo stesso idratante, senza alterarne le proprietà. Di questa linea fanno parte bagnoschiuma e detergente liquido, ma anche manopole umidificate per bagno completo, salviette umidificate e schiuma detergente.

I consigli da ricordare

Nel caso in cui si soffra di dermatite da sudore quando ci si cimenta in allenamenti sportivi e attività fisica, è bene non usare indumenti in fibre sintetiche. Inoltre è utile sapere che le manifestazioni più fastidiose sono dovute al contatto prolungato con il sudore. Ecco, quindi, che un raffreddamento veloce aiuta a prevenire gli attacchi. Quando le infiammazioni sono lievi, si possono utilizzare degli impacchi di camomilla che hanno un effetto lenitivo e al tempo stesso rinfrescante, mentre i bagni con l’amido di riso servono a rendere la pelle più morbida e ad attenuare il rossore. Utili anche gli impacchi di salvia, con i quali è possibile combattere la sudorazione eccessiva. Eventuali terapie farmacologiche devono essere indicate da un dermatologo.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui