Lo dice il Presidente del Consiglio a La Stampa: “un grande sogno, che possa essere Napolitano ad inaugurare il prossimo Expo. E’ un appuntamento importantissimo per l’Italia e Napolitano sarebbe il miglior testimonial possibile per il Paese di fronte al mondo. Io continuo a sperare che il Presidente resti ancora a lungo lì dov’è”. Per Renzi: “Nessuno può permettersi di tirare per la giacca Giorgio Napolitano. E dunque spero che inauguri l’Expo. Abbiamo fatto di tutto come governo per salvarlo, e con la nomina di Cantone, arrestare i fenomeni di corruzione. E’ un appuntamento importantissimo per l’Italia e Napolitano sarebbe, se mi passa il termine, il migliore dei testimonial possibili per il nostro Paese di fronte al mondo”.

Si discute di Jobs Act: “non mi faccio fermare dal pantano”, il premier è pronto a porre la questione di fiducia, ma le modifiche, chiarisce potranno riferirsi solo: “sulla riduzione delle troppe forme di lavoro a tempo e precario”. In un momento delicato per il governo, che viene criticato in maniera continua dalla piazza, Renzi prova a chiudere le porte, apparentemente, al NCD di Alfano: “il prossimo vertice di maggioranza si farà a tarda estate o nell’autunno del 2017”.

E, per fermare le critiche interne al partito spiega: m “Orfini e Speranza mi hanno chiesto di dare un segnale distensivo, di disponibilità, e io l’ho fatto: in commissione si lavorerà sul cosiddetto disboscamento, cioè sulla riduzione delle troppe forme di lavoro a tempo e precario. A me preme che la legge sia in vigore dal 1 gennaio, motivo per il quale, se si giocasse ad allungare i tempi, metteremo la fiducia sul testo che uscirà dalla Commissione”.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.