L’équipe multidisciplinare nella neuroriabilitazione delle Gravi Cerebrolesioni Acquisite

CONVEGNO REGIONALE LAZIO SIRN

Fondazione Santa Lucia IRCCS, Centro Congressi, Mercoledì 20 dicembre 2017

L’approccio al paziente con grave cerebrolesione acquisita nella complessità dei suoi bisogni di riabilitazione dal punto di vista fisico e cognitivo è al centro di questo convegno organizzato dalla Sezione laziale della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica (SIRN) sotto la responsabilità scientifica della Dott.ssa Rita Formisano, Direttore dell’Unità Post-Coma della Fondazione Santa Lucia IRCCS.

Obiettivo principale del Convegno è offrire un’occasione di aggiornamento sulla classificazione dei diversi disordini della coscienza, analizzare i diversi aspetti della valutazione multidisciplinare e considerare le strategie di coinvolgimento del caregiver nel percorso di neuroriabilitazione del paziente. Tra gli argomenti in programma la diagnosi e il trattamento dei disordini della coscienza, il dolore e i disturbi del sonno, la rieducazione respiratoria e il recupero della deglutizione, gli aspetti nutrizionali e le specificità del nursing nel trattamento del paziente con gravi cerebrolesioni acquisite. Al convegno verrà anche analizzato l’apporto di nuove tecnologie per la riabilitazione e per la Comunicazione Aumentativa e Alternativa, basate su sistemi computerizzati e interfacce cervello-computer.

Programma:

  • 09.00: Registrazione dei partecipanti
  • 09.30: Saluto del Prof. Carlo Caltagirone, Direttore Scientifico Fondazione Santa Lucia IRCCS
  • 09.45: Disordini della coscienza dopo grave cerebrolesione acquisita (GCA): fattori confondenti nella diagnosi in fase acuta e post-acuta – R. Formisano
  • 10.00: Dolore e sonno nelle Gravi Cerebrolesioni Acquisite – M.G. Buzzi
  • 10.15: Comunicazione aumentativa alternativa: le esperienze di SARA-T e ausilioteca – A. Riccio, D. Mattia
  • 10.30: La riabilitazione computerizzata: le esperienze della Technoroom – F. Picchiorri, M. Risetti
  • 10.45: La tossina botulinica nelle distonie del collo secondarie a grave cerebrolesione acquisita – L. Laurenza
  • 11.00: Coffee Break
  • 11:30: Le ortesi nei pazienti post-comatosi – E. Di Stanislao, R. Guerrino
  • 11.45: Le neuroimmagini nelle gravi cerebrolesioni acquisite – C. Falletta Caravasso, G. Luccichenti
  • 12.00: Un’indagine multicentrica internazionale sui protocolli diagnostici e prognostici nei disordini della coscienza – M. Giustini, M. Aloisi, M. Contrada
  • 12.15: Aspetti nutrizionali nelle gravi cerebrolesioni acquisite – S. Martinelli, A. Valenzi
  • 12.30: Il training deglutitorio nei pazienti con grave cerebrolesione acquisita – A. Gaita, L. Barba
  • 12.45: La rieducazione respiratoria nelle gravi cerebrolesioni acquisite – R. Di Macio, A. Puleo
  • 13.00: Il nursing nei pazienti post-comatosi – L. Ciotoli, S. Pasquinelli
  • 13.15: Light lunch
  • 14.00: La valutazione della responsività nei disordini della coscienza con la mediazione dei caregivers – G. Ferri, S. Schiattone
  • 14.15: L’esperienza con ERIGO nei disordini della coscienza – G. Cochi, M. Spacca
  • 14.30: La terapia occupazionale nei pazienti post-comatosi – M. Beggini, M. Frasca.
  • 14.45: Consapevolezza di malattia dopo GCA: riflessioni sui modelli esplicativi e un nuovo strumento di assessment – U. Bivona, G. Ferri, S. Lucatello
  • 15.00: La medicina narrativa nei pazienti post-comatosi – E. Longo
  • 15.15: Il carico emotivo del caregiver all’interno del processo riabilitativo e il supporto
    M 9.2.1 | Rev. 1 15/03/2016 2 / 2 psicoeducativo alla famiglia – E. Azicnuda, D. Silvestro, U. Bivona
  • 14.30: La neuro-psicoterapia di gruppo nei pazienti post-comatosi nella fase di reinserimento sociale – M.P. Ciurli
  • 15.45: Coffee Break
  • 16.00: Il ruolo dell’Assistente Sociale nella famiglia del paziente post-comatoso – M. Sacconi, M. Minore, T. Di Stefano,
  • 16.15: Il ruolo del volontariato nel reinserimento sociale dei pazienti post-comatosi e della loro famiglia: 25 anni di esperienza – M.E. Villa
  • 16.30: La fototerapia a Casa Dago e la presentazione del suo primo libro – M. Forcina, C. Falletta Caravasso
  • 16.45: L’esperienza di Laura a Casa Dago – L. Spaziani
  • 17.00: Discussione generale sui temi trattati e saluti finali
  • 17.15: Test valutazione ECM

Dott.ssa Rita Formisano

Primario Unità Post-Coma

Ospedale di Riabilitazione Fondazione Santa Lucia

Via Ardeatina, 306 

00179 Roma (Italy)

tel.: +39-06 5150 1680

fax.: +39-06 5150 1752

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui