L'Ajax riapre la corsa al titolo dell'Eredivisie contro i rivali del PSV Eindhoven; scegliendo di puntare sui suoi giovani talenti come Noussair Mazraoui
L'Ajax riapre la corsa al titolo dell'Eredivisie contro i rivali del PSV Eindhoven; scegliendo di puntare sui suoi giovani talenti come Noussair Mazraoui

L’Eredivisie si avvicina alle sua ultime battute mentre l’Ajax riapre la lotta per il primo posto in campionato, portandosi a soli sette punti dai rivali del PSV Eindhoven che ricoprono la prima piazza. Dopo qualche battuta d’arresto, l’Ajax si è ricompattata dietro i giovani talenti che fanno parte della propria rosa e sui quali la squadra di Amsterdam ha sempre puntato nel corso degli anni.

Uno di questi giovani è proprio Noussair Mazraoui, giovane centrale olandese con il passaporto marocchino, che ha trascorso tutta la sua carriera agonistica proprio ad Amsterdam, e che dal febbraio di quest’anno è stato promosso in prima squadra.

Mazraoui è un giovanissimo difensore classe 1997, che è riuscito, grazie a dedizione e pazienza, a ricoprire diversi ruoli della difesa e addirittura del centrocampo. La duttilità del giovane centrale dell’Ajax lo ha portato ad essere un vero e proprio jolly per il mister Erik ten Hag, che da buon vecchio difensore olandese ha visto in lui le potenzialità giuste per la sua squadra.

Dopo il suo esordio in Eredivisie, il giovane Noussair Mazraoui è stato provato in diversi ruoli della difesa, partendo dalla zona centrale e passando per molte gare a ricoprire il ruolo di terzino. Grazie alla velocità innata del giovane olandese sono arrivate non poche soddisfazioni ad un Ajax in piena crisi di risultati.

Risultati immagini per Noussair MazraouiInfatti, partendo dalle partite giocate nell’Under 21 degli Arcieri, il giovane classe ’97 ha giocato 15 partite da centrale di centrocampo, mettendo a segno 12 gol e 9 assist, per poi essere spostato e provato più volte anche da ala destra e sinistra (7 partite e 2 gol in totale). Prima di essere promosso in prima squadra, poi, è stato ulteriormente stimolato giocando qualche partite perfino da trequartista dietro le punte.

Generosità e quantità, le prime frecce nell’arco tecnico di Noussair Mazraoui, ed essendo un ragazzo di appena vent’anni, sarà interessante continuare a monitorare le prestazioni del giovane centrale dell’Ajax. Nella prospettiva in cui la squadra di Eindhoven deve andare ad incontrare la terza in classifica nella trentesima giornata e successivamente proprio l’Ajax, quei sette punti suonano come un campanello di allarme, per riaccendere un campionato che era dato per finito a metà stagione.

Il giovane marocchino, quindi, potrebbe rivelarsi l’arma in più dell’Ajax, in quanto ha la capacità di ricoprire più ruoli e di poter essere un aiuto importante per una squadra che punta ad una rincorsa a perdifiato, in cui le forze fresche e giovani possono fare la differenza.

Il campionato dell’Eredivisie, quindi, si aggiunge ai cugini europei come l’Italia in cui la vittoria e la sconfitta del campionato si potrà decidere solamente alle ultime battute; in cui i giovani talenti che stanno imponendo un prepotente cambio generazionale saranno finalmente i protagonisti indiscussi del futuro, nonché di un presente sempre più incerto.

Niccolò Inturrisi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui