Home Sport Calcio L’arte del parare, insegna Ernesto Ferraro

L’arte del parare, insegna Ernesto Ferraro

593

Cari amici sportivi, oggi vi parleremo di un’eccellenza nostrana, ormai eccellenza nazionale: Ernesto Ferraro, una vera miniera d’oro, un maestro, dato che la sua scuola fornisce da qualche anno a questa parte tanti portieri alla Serie A.

È questo il caso, ad esempio, dei fratelli Donnarumma. Il più grande – Antonio – milita nel Genoa, mentre il minore – Gianluigi, detto Gigio – grazie al grande lavoro fatto con mister Ferraro è arrivato alla primavera del Milan, dove ha compiuto tutta la trafila giovanile, arrivando quest’anno in prima squadra, lanciato da Mihajlovìc come titolare nel derby di Milano vinto dai rossoneri 3 a 0, e diventando il più giovane titolare di sempre nel Derby della Madonnina, battendo anche gli storici Maldini e Bergomi.

Tuttavia, i fratelli Donnarumma sono solo gli ultimi tra gli allievi di mister Ferraro ad essere arrivati in Serie A. Il primo è stato Gennaro Iezzo, che esordì in Serie A nella stagione 2004-2005 ed è stato uno dei punti fermi del primo Napoli di De Laurentiis, giocando all’ombra del Vesuvio per ben sei anni: dalla Serie C all’Europa, avendo esordito anche in Coppa Uefa nel 2008. Un altro portiere proveniente dalla scuola Ferraro è Antonio Mirante, che attualmente milita nel Bologna, dopo la trafila nelle giovanili della Juventus. Il portiere di Castellammare, classe 1983, negli ultimi anni si è messo positivamente in mostra, prima a Parma e poi a Bologna. Pochi giorni fa è stato convocato da Conte per lo stage pre-europeo, e si dice che la Juventus voglia riportarlo a Torino come vice-Buffon. Classe 1983, nato calcisticamente a Castellammare sotto la supervisione di Ferraro, è anche Alfonso De Lucia. Originario di Nola, è attualmente svincolato, ma in passato ha vestito le maglie di Parma e Livorno. Con i toscani ha giocato per ben cinque anni, due dei quali nella massima serie del calcio italiano.

Come visto, l’ottimo lavoro di Ferraro, che continua ancora con maggior dedizione il proprio lavoro lungo la costa di Castellamare di Stabia, ha dato ottimi risultati. La speranza è quella di poter fornire ancora al calcio italiano campioni campani a difesa delle porte di Serie A.

Eugenio Fiorentino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui