Lunedì 17 Novembre, durante il Tg La7 condotto da Enrico Mentana, sono stati presentati gli ultimi dati dei sondaggi EMG riguardo le intenzioni di voto dei maggiori partiti politici e il consenso dei singoli leader politici dei diversi schieramenti.

Libero Pensiero ha analizzato i dati della ricerca di EMG – Acqua Group, la quale, come anticipato, ha osservato un campione rappresentativo della popolazione italiana, in merito ad un controllo delle intenzioni di voto dei cittadini.

Nel dettaglio, il Partito Democratico è in testa con il 39,8% dei consensi: una quota alta, che conferma l’alto gradimento del partito di Matteo Renzi. Il Movimento Cinque Stelle raggiunge il 20,4%, ponendosi come secondo partito in termini di gradimento; la differenza di circa 20 punti tra PD e M5S rappresenta uno scarto elevato, che mette in dubbio, per il momento, la possibilità del Movimento di potersi affermare alle prossime elezioni politiche: #vinciamopoi.

Nel centrodestra, Forza Italia ha la percentuale più alta, stimata al 14,4%, distaccata di circa 3 punti dalla Lega Nord al 10.8%. La Lega di Matteo Salvini continua la propria scalata, almeno in termini di sondaggi, puntando a divenire un punto di riferimento per gli elettori del centrodestra. Il Nuovo Centro Destra (o meglio NCD + UDC) ottiene il 3,2%, stesso gradimento di Fratelli di Italia di Giorgia Meloni. Inoltre, secondo i dati EMG, Sinistra Ecologia e Libertà con Vendola ottiene un gradimento maggiore con il 3,4%.

Infine, il 3,4% dichiara di sostenere altri partiti, mentre un’elevata parte degli intervistati rimane indecisa su chi votare (18,6%) e il 2.8% lascerebbe la scheda in bianco.

Le percentuali di gradimento

PD – Partito Democratico: 39.8%
Sel – Sinistra Ecologia Libertà con Vendola: 3.4%
Altro Centrosinistra (Psi, Cd): 1.4%
Forza Italia: 14.4%
Lega Nord: 10.8%
Ncd + Udc: 3.2%
Fratelli d’Italia – An: 3.2%
Movimento Cinque Stelle: 20.4%
Altro partito: 3.4%
Scheda bianca: 2.8%
E’ indeciso: 18.6%

Per quanto concerne la fiducia degli italiani nei differenti leader, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, con il 37% dei consensi, resta in cima alle preferenze; Matteo Salvini raggiunge il 20%, affermandosi come secondo; Silvio Berlusconi ribalta i dati precedenti con un 16%, proprio alle spalle del leader del carroccio.

La sorpresa è senz’altro Giorgia Meloni che con il 15% dei consensi, oltre ad avvicinarsi di molto agli altri leader di centrodestra già citati, supera addirittura Beppe Grillo fermo al 14%. Chiudono Angelino Alfano con il 12% e Nichi Vendola con l’8%.

Le percentuali: Renzi 37%, Grillo 14%, Berlusconi 16%,  Salvini 20%, Meloni 15%, Alfano 12%, Vendola 8%

Questi ultimi dati mostrano come, a prescindere dalle appartenenze politiche, gli italiani non abbiano un legame forte con i vari leader. Tale considerazione potrebbe far riflettere soprattutto il centrodestra e spingerlo verso la realizzazione di primarie interne. Oltre ciò, inoltre, è evidente il calo di Beppe Grillo e del suo Movimento, a fronte di un Partito Democratico, che nonostante le varie difficoltà, raggiunge comunque consensi elevati.

Fonte: Sondaggio EGM Acqua “Scenario Elettorale” del 15 Novembre 2014

Davide Mastroianni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.