Terribile rogo nella discarica di ecoballe a Villa Literno. Borrelli (commissione Terra dei Fuochi) : “E’ probabilmente un incendio di origine doloso e ad opera della camorra per contrastare la rimozione dei rifiuti. Chiediamo sorveglianza armata e militare”. 

Stanotte alle 4 la Regione Campania è stata avvisata da Vibeco di un incendio al Lotto 5 a Villa Literno che si è verificato circa all’una di notte. Alle 9 è stato eseguito un sopralluogo guidato dal funzionario regionale Giuliano Morlando. Per spegnere il rogo sono intervenute diverse squadre dei VVFF. La piazzola 5 dove era in corso lo smantellamento e l’imballaggio di rifiuti ad opera proprio della Vibeco vincitrice di regolare gara d’appalto è andata totalmente a fuoco.” – ha raccontato il capogruppo di Campania Libera – Psi – Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione speciale Terra dei Fuochi.

A detta di Borelli il rogo sarebbe stato appiccato da terzi: ”Dai primi elementi raccolti l’azione è stata quasi certamente di natura dolosa e per questo proporremo per il futuro una vigilanza armata in continuum, anche di tipo militare, per scongiurare l’escalation del problema. E’ possibile che la camorra e le ecomafie nei prossimi mesi tenteranno di fermare in tutti i modi la rimozione delle ecoballe dalla Campania. Per questo abbiamo chiesto al Presidente De Luca e al vice Bonavitacola di chiedere alle prefetture di Napoli e Caserta un controllo straordinario delle aree interessate alle rimozioni per evitare intimidazioni, pressioni di stampo camorristico e roghi al fine di impedire lo smantellamento delle milioni di ecoballe presenti su questi territori spesso da decenni e fruttate affari milionari alla criminalità“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.