i neopatentati

I neopatentati non possono semplicemente mettere su strada e guidare come vogliono qualsiasi cosa vogliano (nessuno può, a dire il vero), ma devono seguire delle regole. 

L’importanza del “prendere la patente”

Una delle cose più importanti, degli obiettivi principali di quasi tutte le persone al mondo è prendere la patente. Prendere la patente per poter guidare la macchina e, soprattutto, per poter avere una macchina. Comprare un’automobile vuol dire indipendenza, completa autonomi, nutrire il proprio spirito libero per andare in giro, quando si vuole, dove si vuole, come e con chi si vuole. 

È un lusso poter avere un mezzo proprio con cui spostarsi di qua e di là, specialmente quando si devono percorrere chilometri e, piuttosto che farceli a piedi, saremmo persino disposti di pagare il costo spropositato dei biglietti dei mezzi pubblici, sempre sporchi e sempre in ritardo. 

Tra regole e macchine da comprare

I neopatentati, però, devono fare molta attenzione, come ogni altro guidatore anche se esperto, perché sono ancora piuttosto freschi delle norme del Codice della Strada. Inoltre, non possono neppure fare tutto quello che è permesso, poiché da neofiti delle strade, i neopatentati dovranno trascorrere come un periodo di “prova alla guida”: possibilità di guidare soltanto certi tipi di mezzi e rispettando dei limiti di velocità inferiori rispetto a quelli normali, quindi è necessario possedere ed utilizzare macchine per neopatentati

Ovviamente, quando si consegue la patente, è facile per i ragazzi farsi prendere dall’entusiasmo, ma purtroppo, per circa tre anni, i neopatentati dovranno mettere a tacere i loro desideri più focosi sul modello di macchina che vogliono farsi comprare dal babbo o sulle strade che vorranno percorrere. La pazienza è la virtù dei forti e anche di quelli che poi otterranno di essere i piloti che desiderano, sulle automobili che adorano. 

Un autista esperto non deve certo correre, ma con l’esperienza si diventa sempre più bravi: per questa ragione i neopatentati devono rispettare la prima regola, quella dei tre anni, che li limita sulla velocità di guida alla quale possono portare il suo mezzo, sulla potenza e sulla cilindrata del motore della macchina che potranno guidare.  

Se, infatti, per il guidatore esperto il limite in autostrada è di 130 km/h, per i neopatentati è di 100 km/h, soltanto per fare un esempio. 

Una delle limitazioni che i neopatentati in genere detestano, ma sono tenuti a rispettare, pena sanzioni molto severe, riguarda il numero dei cavalli: nel particolare, almeno per un anno non potranno mettersi alla guida di una vettura con un numero di cavalli maggiore di 75. 

Il titolo dell’articolo è Auto per i neopatentati le regole da rispettare, proprio perché riteniamo molto importante che chi inizi a guidare sappia bene cosa può o non può fare.

I limiti di potenza e velocità per i neopatentati

Come accennavamo prima i neopatentati non possono agli inizi della loro avventura alla guida agire in maniera troppo libera, ma devono seguire con attenzione determinate regole. Una delle regole che i neopatentati a volte fanno fatica a seguire riguarda i limiti di velocità: la cosa non è strana perché una persona che ha la patente da poco e ama la guida rischia di farsi prendere dall’entusiasmo.

Quindi nella pratica i neopatentati non potranno superare i 90 km orari nel caso in cui si trovino in una strada extraurbana principale; invece coloro che si trovano in autostrada potranno correre un pochino di più, non potendo superare i 100 km orari.

 Ci sono giovani meno disciplinati che se ne fregano di questi limiti, non sapendo però che rischiano una multa economica e che può andare dalle 150 alle 600 euro circa. Inoltre, possono andare incontro anche a un’altra sanzione amministrativa spiacevole e cioè la sospensione della patente per un periodo che va da dalle 8 alle 24 settimane.

Molto importanti da rispettare sono anche i limiti di potenza e che dureranno i primi 36 mesi. Infatti chi ha preso la patente b dopo il 9 febbraio del 2011 potrà guidare nel primo anno una vettura con una potenza non superiore a 55 kw per tonnellata; invece se guiderà una vettura di categoria m1 e cioè quella che ha un numero di posti che arriva massimo a 9 avrà un ulteriore limite di potenza che dovrà essere di massimo 70 kw.

Anche in questo caso si rischiano delle sanzioni significative.

Fonte immagine di copertina: LinearBlog

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here