Martin Ödegaard il gioiello della Fábrica del Real Madrid
Martin Ödegaard il gioiello della Fábrica del Real Madrid

Quando parliamo di giovani talenti del calcio internazionale, non possiamo non citare i giovani provenienti dalla cantera di uno dei club che hanno fatto la storia di questo sport: il Real Madrid. Quest’anno, tuttavia, la squadra della capitale spagnola sta passando uno dei suoi periodi peggiori: meno 20 punti dalla capolista Barcellona, con un piede nelle qualificazioni per la Champions League ed uno nel baratro di una delusione che potrebbe portare dei cambiamenti più che significativi nell’ambiente madrileño.

Uno degli obbiettivi per il prossimo anno, dunque, potrebbe essere quello di riportare a Madrid alcuni dei giovani talenti che sono partiti dalla cantera per fare esperienza all’estero.

Il primo nome sul taccuino degli addetti ai lavori del Real Madrid è proprio Martin Ödegaard: classe 1998, il gioiello proveniente dalla Fábrica e che adesso gioca in Eredivisie per l’ Heerenveen.

Risultati immagini per martin odegaardMartin Ödegaard nasce a Drammen in Norvegia ed inizia la carriera agonistica nelle giovanili del Strømsgodset IF, per poi passare dopo pochi mesi in prima squadra. Le doti tecniche del gioiello norvegese sono indiscutibili, cristalline. Velocità ed intelligenza tecnica che riescono a fare da cornice al gioco spensierato e tattico di un ragazzo che ha stupito sin da subito i dirigenti dei club più importanti del panorama europeo. I numeri di questo suo primo anno non rendono giustizia all’utilità delle prestazioni che Martin Ödegaard ha continuato a fornire alla squadra: 13 partite con 1 gol ed 1 assist. Quello che i numeri non possono dire è la straordinaria capacità offensiva, che lo porterà a giocare sia come ala destra, sia come interprete di centrocampo, molto spesso dietro le punte.

Non passa molto, dunque, che la cantera del Real Madrid riesce ad assicurarsi le prestazioni del giovanissimo norvegese, il quale si vede proiettato in un ambiente completamente diverso sia dal punto di vista sociale, sia dal punto di vista professionale.

L’anno successivo, il primo che giocherà nella Fábrica, Martin Ödegaard riuscirà ad ottenere quella continuità di risultati e prestazioni che gli permetterà di sviluppare ulteriormente le sue qualità offensive e difensive. Un totale di 34 partite giocate, con a referto 1 solo gol e 7 assist, che sottolineano l’importanza di un giocatore che ha imparato a diventare la spina del fianco per qualsiasi difesa contro cui dovrà giocare.

Nella stagione 2016/2017, Martin Ödegaard passerà metà del suo anno giocando con la maglia del Real Madrid, e l’altra metà in prestito ad una piccola squadra di prima divisione olandese, l’Heerenveen. Dopo 11 partite giocate e 3 gol realizzati con la maglia della Fábrica, il gioiello norvegese arriva in un campionato molto diverso, ma che può significare la svolta per la sua carriera, visto che dovrà prendersi sulle spalle la responsabilità di guidare il centrocampo della squadra olandese.

Dopo quattordici partite e 3 assist, il giovane Martin Ödegaard riesce a strappare una altro anno nella fredda Olanda, poiché il Real Madrid non si è fatto sentire per il riscatto del gioiello di Drammen. Quest’anno, le prestazioni di Martin Ödegaard non stanno lasciando spazio a dubbi: 14 partite, 1 gol ed 1 assist, ma soprattutto qualità e quantità al servizio della squadra, che hanno permesso all’Heerenveen di poter sognare un posto che sarebbe storico in Europa League.

Niccolò Inturrisi

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui