Austin
Austin

Una grande domenica di sport! Nel giorno di Juventus-Napoli torna la MotoGP, quest’anno avvincente già dopo sole due gare. Ad accenderla ci hanno pensato i tanti duelli in pista e fuori. I protagonisti sono Marc Marquez e Valentino Rossi, anche se verrebbe da dire più che altro l’intero team Yamaha visto quel che è accaduto ad Austin questo week end. Nella tappa statunitense, infatti, si è assistito ad un nuovo capitolo di questo scontro, che sta riempiendo le pagine dei quotidiani sportivi di tutto il mondo e che sicuramente contribuisce a rendere più avvincente ed elettrizzante uno sport che di per sé lo è già. Prima una lite  tra Valentino e Marc in Safety Commition, poi lo scontro tutto spagnolo nella Q 2 con il pilota Honda che ostacola Viñales, con la conseguente penalizzazione del primo che partirà dalla quarta posizione e che è costretto a cedere quella che sarebbe stata la sua sesta pole consecutiva su questo circuito al suo connazionale. Ironia della sorte al fianco dello spagnolo in griglia ci sarà proprio Rossi che parte quinto e che ha tanta voglia di rifarsi dopo la caduta in Argentina. A completare il trio c’è Lorenzo, settimo e che di certo non vuole darla vinta ai suoi “miglior” rivali. Ad osservare il tutto dalla terza fila c’è l’altra Ducati di Andrea Dovizioso, ottavo, pronto ad una delle sue rimonte. Bene la Suzuki di Iannone secondo e la Yamaha di Zarco, terzo.

LO SCONTRO IN SAFETY COMMITION – Dopo settimane di polemiche e insulti ecco di nuovo riproporsi… polemiche e insulti. Forse è proprio questo il succo di questo sport, che ogni domenica si accende di duelli di ogni genere. Quest’anno, però, i duelli sono iniziati sia in pista che fuori prima del previsto e questa settimana addirittura all’inizio del week end motociclistico. Il duro scontro verbale in Safety Commition tra Rossi e Marquez non può che essere probabilmente l’antipasto di quello che sarà lo scontro che infiammerà il pomeriggio americano. “Ho imparato da te” avrebbe risposto il pilota Honda a quello Yamaha che lo accusava di una guida troppo aggressiva e che a sua volta avrebbe replicato a tono secondo molti cronisti dicendo “Ma cosa dici? Io ne ho buttati fuori quattro in 20 anni. Tu ne fai fuori 5 in un GP!”. A stemperare gli animi ci ha pensato la DORNA, che ha promesso sanzioni più severe in caso di contatti in gara e non tra i piloti.

LA PENALIZZAZIONE DI MARQUEZ E LE QUALIFICHE DI AUSTIN – Nemmeno il tempo di passare il week end in tranquillità ed ecco che Marquez ostacola Viñales in pista. La sanzione è pesante. Marquez questa sera (pomeriggio in America) partirà dalla seconda fila e il pilota Yamaha, che era arrivato secondo, scalerà in prima posizione, conquistando, inoltre, l’opportunità di rilanciarsi in un mondiale che in queste prime due uscite l’ha visto essere più una comparsa che uno dei protagonisti. A beneficiarne sono stati anche Iannone, che registra ottimi tempi in qualifiche e Zarco che passa dalla seconda alla prima fila. Al fianco di Marquez, pronti a superarlo ci saranno come detto i due nemici di sempre, Rossi, con cui ovviamente i rapporti sono pessimi, e Lorenzo, con cui ha dato spesso vita a duelli elettrizzanti in carriera. Insomma una griglia infernale per un Marquez che sembra essere tornato l’irrequieto giovane talentuoso di un tempo, piuttosto che il freddo e spietato calcolatore delle ultime due stagioni. Gli occhi saranno puntati, inoltre, anche sul Dottore, che in carriera ha spesso vissuto duelli di questo tipo (si pensi a Gibernau e Biagi negli anni duemila), dai quali il più delle volte è riuscito a trarne stimoli per la conquista dei propri titoli, e che oggi ha una grande occasione per poter rilanciare il suo mondiale. Lo stesso vale per Jorge Lorenzo, che, dopo un 2017 opaco e un inizio 2018 poco esaltante, oggi ha la possibilità di poter vincere una gara che probabilmente potrebbe cambiare gli equilibri del Motomondiale. Un Motomondiale guidato dall’outsider Crutchlow, che parte settimo e che è inseguito in classifica proprio da Dovizioso, ottavo, con il quale è pronto ad accendere quello che sulla carta dovrebbe rappresentare uno dei duelli più interessanti di scena ad Austin.

Insomma, tra Juventus-Napoli e il gran premio di Austin la domenica sportiva italiana si preannuncia davvero incandescente. Non resta che mettersi comodi e godersi lo spettacolo.

Fonte immagini in evidenza:MotoGP™

Giovanni Ruoppo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui