digitalizzare

Digitalizzare le attività aziendali delle imprese è priorità, per chi nei mesi scorsi ha sofferto molto a livello economico. Nel periodo post lockdown la situazione economica nazionale si è sensibilmente aggravata e le prime vittime dichiarate sono state proprio le piccole e medie imprese.

Lockdown e difficoltà economiche

I provvedimenti governativi adottati negli scorsi mesi hanno infatti imposto a numerosi piccoli esercenti la chiusura forzata allo scopo di tamponare il diffondersi del virus, ritenendo le attività produttive da essi svolte non essenziali e strategiche su scala nazionale.

Tuttavia, al momento della riapertura (tra maggio e giugno), numerose aziende si sono trovate in seria difficoltà economica a causa del mancato guadagno protratto per ben tre mesi e delle eccessive spese da affrontare anche per mettere a norma i locali, al punto tale da decidere di abbassare definitivamente la saracinesca.

Ad oggi, pertanto, non resta che adottare tutte le iniziative possibile per poter contenere i costi e rilanciare i guadagni e la qualità dei servizi. Digitalizzare le imprese può essere un primo passo.

Digitalizzare le attività è priorità

A tal fine, uno dei settori su cui si deve investire è quello della digitalizzazione. Digitalizzare le attività è oggi una priorità. Non a caso esiste ancora oggi un forte “distacco” tra le realtà produttive italiane e quelle del resto d’Europa.

Secondo i dati raccolti da un recente studio in Italia soltanto il 34% delle piccole e medie imprese risulta aver perfezionato il processo di evoluzione digitale dei servizi offerti e soltanto l’11% sta iniziando a provvedere in questa direzione.

Digitalizzare le aziende prendendo come esempio l’Europa è un già un passo. A solo titolo esemplificativo, basti considerare che in Germania l’indice di digitalizzazione  è pari al 65% mentre in Spagna si aggira sul 40%.

I conti correnti aziendali online

Un importante step di questo processo di rivoluzione essenziale per la vita, al fine di digitalizzare le aziende e la loro produttività, consiste nell’adozione di conti correnti aziendali online. Conti che consentono di semplificare la gestione delle somme e di facilitare lo svolgimento della propria attività lavorativa.

Ad esempio, è possibile eseguire operazioni finanziarie in pochi secondi, oltre che rendicontare velocemente le spese tramite i moderni sistemi di fatturazione elettronica e creare collegamenti con carte prepagate o sistemi di anticipazione delle fatture tramite il meccanismo dell’accesso multi-utente.

Il tutto con un notevole risparmio in termini economici, dal momento che ai conti correnti aziendali online sono solitamente applicate condizioni migliori rispetto a quelli tradizionali, con riferimento sia alla fase di apertura che alla successiva gestione dello strumento finanziario.

Digitalizzare e creare conti online sembra quindi il futuro. A ciò si aggiunge pure la possibilità di gestire il conto a mezzo di una app gratuitamente scaricabile sui propri smartphone, pc o tablet, dotati di aggiornati sistemi di sicurezza e di protezione dei dati personali contro eventuali e pericolose ingerenze esterne.

Tra le offerte maggiormente appetibili sul mercato vi sono ad esempio i conti N26 Business nelle versioni Standard, You e Metal.

Per ulteriori approfondimenti sui vantaggi dei conti correnti aziendali online e sui relativi costi consultare il sito: Migliorcontocorrente.org.

Fonte immagine di copertina:bimag.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui